Menu

Hamilton eguaglia il record di Schumacher al Nurburgring

Hamilton come Schumacher !

Hamilton vincendo al Nurburgring, in occasione del Gran Premio dell’eiffel, raggiunge il record di vittorie di Michael Schumacher

Lewis Hamilton

Ben 91 vittorie ottenute nel Campionato Mondiale di Formula 1, un record precedentemente appartenuto al grande Michael e ieri infranto dal pilota inglese. 

Lewis Hamilton conquista così la sua settima vittoria stagionale. 

Anche quest’anno per il pilota inglese c’è aria di titolo mondiale, sarebbe il suo settimo titolo, eguagliando nel caso, nuovamente quanto fatto da Schumy.

Il suo vantaggio su Valtteri Bottas, secondo in classico, è notevole: ben 69 punti, un bottino che fa ben sperare per un ennesimo trionfo. 

Bottas aveva conquistato la pole, ma un problema alla sua power unit lo ha costretto ad abbandonare la gara. 

L’emozione di Lewis Hamilton al termine della performance del Nurburgring è evidente. 

Ricevere dal giovanissimo Mick Schumacher, figlio di Michael, uno dei caschi di suo padre, il tutto poco prima del podio, ha regalato un emozione immensa al pilota del Team Mercedes. 

Week end da incorniciare anche per Max Verstappen e soprattutto per Daniel Ricciardo , quest’ultimo finalmente con una Renault torna a salire sul podio, il primo dopo che i francesi sono tornati in forma ufficiale in F1. 

Ancora una volta sotto tono appaiono le Ferrari, Charles Leclerc taglia il traguardo in settima posizione, Sebastian Vettel solo in 11esima posizione.

Lewis Hamilton

” È difficile esprimere a parole ciò che significa.
Ricordo di aver visto Michael vincere tutte quelle gare quando ero bambino e giocare a giochi di corse con mio fratello e scegliere di interpretare Michael.
Ho sognato di esserci anch’io, ma non credo che nessuno, immaginasse che un altro pilota poteva avvicinarsi ai record di Michael.
Era al di là dei miei sogni più sfrenati eguagliare il suo numero di vittorie in gara, ciò dimostra solo che i sogni possono diventare realtà.
È un onore incredibile e qualcosa che richiederà un pò di tempo per radicarsi in me.
Ma non avrei potuto farlo senza questa incredibile squadra, tutti lavorano tanto, dando assolutamente il massimo.
Un enorme grazie a tutti quelli che sono tornati negli stabilimenti e anche un enorme rispetto per Michael, oggi mi sento davvero grato.
In termini di gara stessa, è stata dura là fuori.
Ho fatto una buona partenza e Valtteri ha fatto un ottimo lavoro per difendersi alla curva 2, non mi aspettavo che fosse diversamente.
Poi si trattava di capire come avrei potuto battere Valtteri, quindi dovevo davvero badare alle gomme e assicurarmi di rimanere con lui. Alla fine ho vinto”.

Marco Lasala

ReporTMotori TV

Newsletter