Menu

Bugatti Chiron Pur Sport la hypercar da 1.500 cv!

Bugatti Chiron Pur Sport non ha eguali!

Bugatti Chiron Pur Sport dopo la presentazione on  line, è pronta  per il  mercato e per i 60 fortunati possessori che riusciranno ad acquistarla.

Bugatti Chiron Pur Sport

Si, perché la Pur Sport sarà prodotta in soli 60 esemplari,  ed ognuna sarà venduta al prezzo di tre milioni di euro.

La nuova versione della Bugatti Chiron è una variante alleggerita di 19 kg., quanto basta  per segnare un peso di 1.976 kg, e ciò grazie ai nuovi cerchi ultraleggeri in magnesio, che incidono per 16 kg, con un design a 10 raggi.

Gli altri 3 kg di peso risparmiati derivano dall’adozione di freni in magnesio con nuovi dischi e pasticche in titanio.

Esteticamente la nuova versione della Chiron diverge dal resto della gamma per i molti elementi in fibra di carbonio, a vista, nelle zone inferiori.

Carbonio e magnesio per rendere leggera la Bugatti Chiron Pur Sport

Nel frontale, inserite nel paraurti, le prese d’aria sono più grandi mentre il diffusore posteriore è stato ridisegnato ed incorpora i due terminali di scarico in titanio, stampati in3D.

Il protagonista assoluto è l grande alettone posteriore, per i suoi 1,90 mt di larghezza, che non solo contribuisce a migliorare l’aerodinamica ma nel complesso dà alla vettura un look molto più aggressivo.

L’ abitacolo della Bugatti Chiron Pur Sport è rivestito quasi totalmente in Alcantara; la troviamo

Sui sedili, sul volante, sul pavimento e nei pannelli delle portiere.

Il badge con la denominazione “Pur Sport” è ben evidente sullo sportellino del serbatoio, sui poggiatesta dei sedili e sui fianchi laterali del tunnel centrale.

1.500 cavalli per la Bugatti Chiron Pur Sport

ll propulsore  è il W16  8.0 biturbo  capace di sviluppare una potenza di 1500 CV , con una coppia di 1600 Nm, con una velocità massima di 350 km/h ed abbinato ad un cambio che è stato rivisto nei rapporti che ora sono più corti del 15%.

Per completare la disamina della vettura dobbiamo ricordare che gli ammortizzatori anteriori e posteriori sono più rigidi, rispettivamente del 65% e del 33% con una modifica dell’inclinazione della sospensione.

Sono stati altresì aggiunti degli stabilizzatori in carbonio per  ridurre al minimo il rollio, migliorare l’agilità senza però compromettere il comfort di marcia.

Marco Lasala
Ultimi post di Marco Lasala (vedi tutto)

ReporTMotori TV

Newsletter