Menu

Uno splendido esemplare di Fiat 8V all’asta!

Fiat 8V è nota anche come Ottovù!

Una berlinetta sportiva prodotta dalla casa torinese  dal 1952 al 1954, la Fiat 8V è stata realizzata in soli 114 esemplari.

Fiat 8V

Aveva nel cofano il motore Tipo 104 da 2.0 litri, con albero motore forgiato e collettori di scarico tubolari in acciaio inossidabile.

Fiat 8V è stata una delle prime auto ad avere le sospensioni indipendenti.

Telaio tubolare: dal punto di vista meccanico, era  un’auto molto particolare per l’epoca in cui venne costruita, l’ideatore ed il progettista fu Dante Giacosa, che poi passerà alla storia per essere il “padre” della  Fiat 500.

Fu progettata con il chiaro intento di partecipare alle competizioni sportive ed infatti raggiunse ottimi risultati nel Campionato Italiano del 1954 nella Classe 2 litri.

Oggi, la Casa d’Aste RM Sotheby’s sta proponendo all’asta un bellissimo esemplare del 1954 con il numero di telaio 000104 e come base d’asta si parte da una cifra compresa  fra 1.200.000. ed 1.400.000 euro.

La vettura ha trascorso gran parte della sua vita nel Regno Unito.

Uscita dalla linea di produzione il 22 giugno 1954, originariamente venne consegnata in Austria, a Steyr.

Fino al 1965 l’auto è rimasta in Europa.

Successivamente venne acquistata dal Comandante Allison  per passare poi nella disponibilità di David Baldock.

Nel 1971, la vettura ha subito un restauro parziale, mentre nel 2007 ha subito un restauro totale con l’intervento degli specialisti di Nottingham.

Questo bellissimo esemplare di Fiat 8V nonostante i vari restauri…

Ha conservato sempre il motore originale e la trasmissione, mantenendo inalterato così, non solo il suo fascino ma la sua originalità!

La storica auto torinese, con la carrozzeria di un rosso acceso, è pronta per essere aggiudicata al miglior offerente e con la vettura sarà consegnato anche il diario di bordo originale.

Colui che si aggiudicherà l’auto, probabilmente un fortunato collezionista, potrà portarla in giro per le strade , oppure, chissà, in pista, suo habitat naturale, partecipando a gare storiche.

Giuseppe Lasala

ReporTMotori TV

Newsletter