in

RCK : non c’ è due senza tre !

Tempo di lettura: 3 minuti

Roma Caput Karting ( RCK ) - Holykartroma - Gennaio 2016Martedì 15 Marzo si è svolto il terzo round del trofeo Holykartroma-SWS 2016 sulla kartodromo indoor della capitale, appuntamento al quale il Roma Caput Karting si presenta al completo .

Il Roma Caput Karting, come di consueto è pronto a sfidare i 36 piloti iscritti al trofeo, una nuova sfida per confermarsi sempre ai vertici.

Occhi puntati, in questo round, sul campione in carica Francesco Mancini che deve riscattare le prestazioni precedenti sicuramente non al suo livello e su Paolo Donzelli, vincitore dei primi due round, che, penalizzato di 4 posizioni sulla griglia di partenza, dovrà tentare di risalire la china e confermarsi in testa alla classifica.

Si Parte dalle qualifiche e si capisce sin da subito come questa possa essere uno dei round più combattuti. A giocarsi la pole position sono Simone Duranti e Simone Amico divisi da un solo millesimo a favore del primo. Stesso distacco per la lotta tra il terzo e il quarto posto con Donzelli che ha la meglio su un Lattanzi in continua crescita. A seguire troviamo Mancini,Sini,Barberi,De Fazio e Limonta che, divisi da meno di due decimi, entrano tutti nella top ten, confermando il team RCK tra i protagonisti.

La prefinale A vede ai nastri di partenza, secondo il consueto format, in ordine Duranti, Lattanzi, Sini, Donzelli e Limonta . I 5 piloti danno vita ad una delle gare più belle mai viste, già dalle prime curve con dei contatti tra Sini,Limonta e Donzelli, il quale costretto a una rimonta forsennata, cerca il tutto per tutto. Infatti è proprio il pilota romano dopo aver messo a segno il giro veloce di manche, a raggiungere il leader Duranti che, dopo un’intensa battaglia, riesce a conservare la prima posizione e a tagliare il traguardo davanti a Donzelli e Lattanzi. Chiudono quinto e settimo Sini e Limonta penalizzati da i contatti in partenza.

Nella prefinale B a partire davanti a tutti è Simone Amico che precede Mancini, De Fazio e Barberi ,il quale dopo un contatto subito in curva 1 deve ripartire dal fondo e quindi abbandonare le speranze per l’ingresso nella finale. Conclusi i 12 giri, Amico, ottenendo anche il giro più veloce, conquista la vittoria davanti a Mancini.

Pronti per la partenza della finale il team RCK è presente con quattro official driver negli undici piloti protagonisti di questo round. A scattare davanti a tutti è Amico che precede Duranti e Donzelli, il quale sceglie di partire dai box per avere pista libera e mettere a segno giri veloci. Nei primi giri non si registrano particolari colpi di scena, salvo che, il leader di campionato comincia a recuperare terreno su i primi due partenti. Il sorpasso è maturo e, al giro numero 4, sopravanza Duranti all’uscita dei box per la sosta obbligatoria. Si crea cosi un quartetto composto da Donzelli, Duranti, Mancini e De Fazio, che vanno alla caccia di Amico. Giro 13 e Amico entra ai box per la sosta e al suo rientro deve cedere la leadership a Donzelli che grazie al giro veloce messo a segno in questa fase riesce a ottenere il comando della gara. Giro 18, bandiera a scacchi e per la terza volta consecutiva Donzelli esce vincitore dal round davanti a Amico e Duranti. Mancini e De Fazio concludono quarto e quinto assicurando cosi la terza vittoria alla squadra RCK 1 .

Appuntamento al 12 Aprile per il quarto round e per continuare la striscia di vittorie.

Testo a cura di Paolo Donzelli

Scritto da admin

Per il Ducati Team ottimo inizio in Qatar

Ottimo rientro per Danilo Petrucci