in ,

Ferrari SF21 – La nuova monoposto della Scuderia Ferrari Mission Winnow

A prima vista è evidente la livrea sfumata della nuova Ferrari SF21 un omaggio alla storica 125 S

Tempo di lettura: 2 minuti

Ferrari SF21 è la nuova monoposto presentata dalla Scuderia Ferrari Mission Winnow

A prima vista è evidente la livrea sfumata della nuova Ferrari SF21 un omaggio alla storica 125 S.

E’ la numero 67 costruita a Maranello e nasce come naturale evoluzione della SF1000: secondo l’attuale regolamento le monoposto che gareggeranno quest’anno dovranno mantenere lo stesso telaio del 2020.

La Ferrari SF21 è stata sviluppata tenendo in considerazione tutti gli aspetti consentiti dalla normativa FIA.

Ferrari SF21

Motore, aerodinamica, retrotreno, musetto: decine e decine sono state le ore impiegate nella galleria del vento allo scopo di evolvere e mettere a punto la nuova monoposto.

Il motore è completamente nuovo, la nuova monoposto del Cavallino Rampante debutterà domani 11 marzo in pista, lungo il circuito del Bahrain nel cosiddetto Filming Day, una sessione di 100 km pianificata allo scopo di raccogliere immagini per partner e media.

Al volante della nuova SF21 ci saranno Charles Leclerc e Carlos Sainz, i più giovani piloti del Team di Maranello da 1968 a questa parte, visto che a partire da 28 marzo, quando la stagione prenderà il via, la loro età media sarà infatti di 25 anni e tre giorni.

Scheda tecnica Ferrari SF21

Power unit 065/6
Cilindrata 1600 cc
Regime di rotazione massimo 15.000
Sovralimentazione Turbo singolo
Portata benzina 100 kg/hr max
Configurazione V6 90°
Alesaggio 80 mm
Corsa 53 mm
Valvole 4 per cilindro
Iniezione Diretta, max 500 bar

Sistema ERS
Configurazione Sistema ibrido di recupero dell’energia attraverso motogeneratori elettrici
Pacco batteria Batterie in ioni di litio dal peso minimo di 20 kg
Capacità massima pacco batterie 4 MJ
Potenza massima MGU-K 120 kW (161 cv)
Regime di rotazione massimo MGU-K 50.000 giri minuto
Regime di rotazione massimo MGU-H 125.000 giri minuto

Vettura
Peso complessivo con acqua, olio e pilota 752 kg
Telaio in materiale composito a nido d’ape in fibra di carbonio con protezione halo per l’abitacolo Carrozzeria e sedile in fibra di carbonio
Differenziale posteriore a controllo idraulico
Freni a disco autoventilanti in carbonio Brembo (anteriore e posteriore) e sistema di controllo elettronico sui freni posteriori
Cambio longitudinale Ferrari a 8 marce più retro
Sospensioni anteriori a puntone (schema push-rod)
Sospensioni posteriori a tirante (pull-rod)
Ruote anteriori e posteriori: 13”

Marco Lasala

Scritto da Marco Lasala

Credo di esser nato per comunicare la mia passione per i motori: i miei primi passi li ho mossi.. su di un kart!!! Mi sono laureato in Economia e Commercio (indirizzo Marketing), ma ho iniziato a fare il giornalista da quando avevo poco più di 20 anni, scrivendo per quotidiani nazionali e riviste estere. Oggi collaboro con diverse testate specializzate nell’universo automotive, provo auto e moto, descrivo le mie sensazioni di guida, cerco di emozionare i lettori. Sono un competitivo, amo salire sul gradino più alto del podio, sono convinto che il pericolo più grande sia frenare, piuttosto che affrontare una curva a gas aperto! Il mondo dei motori è in continua evoluzione, l’elettrificato macina chilometri, ma… nella mia mente la melodia di un V12 a 8.000 giri non svanirà mai!

Seat Arona 2022

Seat Arona 2022 – In arrivo un facelift

Land Rover Defender

Land Rover Defender – Women World’s Best Car of the Year