in

Come trasportare i bambini in moto in sicurezza

Tempo di lettura: 2 minuti

La necessità di muoversi rapidamente nel traffico urbano convince un numero sempre maggiore di genitori a utilizzare mezzi agili e veloci come ciclomotori, scooter e motociclette per trasportare i propri figli. Ma città come Milano, dove regna la fretta e il traffico è caotico, ad alto rischio per qualunque motociclista, diventano particolarmente insidiose per i bambini quando viaggiano in sella senza un’adeguata preparazione.
 Con l’obiettivo di insegnare a bambini e genitori a vivere la strada con più consapevolezza, lo studio associato G.G.R.M. Comunicazione & eventi di Milano in collaborazione con il Consiglio di Zona 9 ha ideato e realizzato il volumetto “La famiglia in moto. Come trasportare i bambini in moto in sicurezza”, destinato agli alunni della terza, quarta e quinta classe delle scuole elementari, e ai loro genitori.
 Per l’importanza e l’attualità della tematica, il volumetto è stato patrocinato dai ministeri della Gioventù, delle Infrastrutture e dei Trasporti, dell’Interno, del Lavoro e delle Politiche Sociali, dalla Polizia di Stato, Provincia di Milano, Consiglio di Zona 9 di Milano, Polizia locale di Milano, Federazione Motociclistica Italiana e Fondazione Oratori Milanesi.
 “L’idea di realizzare questo libriccino è nata dall’osservazione che spesso i bambini sono trasportati sui motocicli in modo inadeguato ed esposti così a rischi maggiori” affermaGiovanna Guiso, giornalista, ricercatrice scientifica e autrice del volumetto. “Educare i bambini ai pericoli della strada significa educarli all’autodisciplina, al rispetto della propria vita e di quella altrui, e ad assumersi la responsabilità delle decisioni. In questo modo contribuiamo a formare una nuova generazione di utenti della strada più consapevoli. Educare attraverso i bambini i genitori, significa contribuire a diffondere quella cultura della sicurezza stradale che tanto manca nel nostro Paese, e che è fondamentale per ridimensionare il numero di incidenti che vede coinvolte persone in queste fasce di età così preziose, in un Paese a crescita zero come il nostro”.
Nel libriccino ogni aspetto del viaggio in moto é esaminato e ragionato da professionisti del mondo del motociclismo: giornalisti con esperienza ventennale, il medico Claudio Marcello Costa ideatore e creatore della Clinica Mobile, Franco Uncini, ex campione del mondo e oggi responsabile della sicurezza dei circuiti del MotoGP. Altri interventi sono firmati da uno scrittore, una psicologa dell’età evolutiva, un avvocato e un rappresentante delle Forze dell’Ordine premiato per atti di coraggio nel soccorso in gravi incidenti stradali.
Il volumetto sarà distribuito gratuitamente agli alunni delle scuole elementari pubbliche della Zona 9 di Milano grazie al contributo di Tucano Urbano, Cinque Anelli, Gipi Motor, Sady Francinetti e dello Studio associato G.G.R.M. Comunicazione & eventi – Milano.

Marco Lasala
Ultimi post di Marco Lasala (vedi tutto)

Scritto da Marco Lasala

Credo di esser nato per comunicare la mia passione per i motori: i miei primi passi li ho mossi.. su di un kart!!! Mi sono laureato in Economia e Commercio (indirizzo Marketing), ma ho iniziato a fare il giornalista da quando avevo poco più di 20 anni, scrivendo per quotidiani nazionali e riviste estere. Oggi collaboro con diverse testate specializzate nell’universo automotive, provo auto e moto, descrivo le mie sensazioni di guida, cerco di emozionare i lettori. Sono un competitivo, amo salire sul gradino più alto del podio, sono convinto che il pericolo più grande sia frenare, piuttosto che affrontare una curva a gas aperto! Il mondo dei motori è in continua evoluzione, l’elettrificato macina chilometri, ma… nella mia mente la melodia di un V12 a 8.000 giri non svanirà mai!

MotoGP 2010 – Rossi:”mi sento più forte ogni giorno che passa”

Superstock 600 – Una sfida tutta francese sul Nurburgring