Menu

La nuova Ducati apre nuove frontiere alla casa motociclistica bolognese e segna un nuovo riferimento nel settore

Multistrada-1Dalla sua prima apparizione ad EICMA, la nuova Ducati Multistrada 1200 ha subito polarizzato l’attenzione degli appassionati, ducatisti e non. Una novità assoluta nel settore delle due ruote che, grazie alla sua versatilità espressa nel peculiare concetto delle quattro moto in una, è destinata a creare un nuovo riferimento non solo in un segmento del mercato, ma nell’intero panorama motociclistico. 
 “ La nuova Multistrada 1200 segna una tappa fondamentale nel programma di sviluppo prodotto Ducati. – ha dichiarato Gabriele Del Torchio, Presidente Ducati Motor Holding – Non si tratta solamente di una nuova moto, piuttosto della risposta Ducati ad un mercato sempre più selettivo ed esigente al tempo stesso.
La Multistrada 1200 è una vera Ducati, capace di identificare tutti i valori di autenticità, italianità e performance del nostro marchio. Le sue peculiarità tecniche in termini di leggerezza, potenza e, tecnologia innovativa si combinano perfettamente con il piacere di guida che questa moto può garantire. Elementi distintivi che rendono questa moto estremamente versatile ed unica nel suo genere,  destinata ad un pubblico di motociclisti quanto mai eterogeneo. Siamo convinti che la nuova Multistrada 1200 riscuoterà grande interesse nel mercato motociclistico mondiale e tutti noi siamo estremamente orgogliosi e fieri di aver aggiunto un nuovo gioiello alla già ricca ed interessante gamma di prodotti “made in Borgo Panigale”.
Il suo arrivo sul mercato internazionale è ormai prossimo. A marzo le prime Multistrada 1200 saranno già disponibili presso i Ducati Store, dove le richieste e le prenotazioni crescono quotidianamente, confermando il grande interesse per questo nuovo concetto di moto.
La nuova Multistrada 1200 sarà disponibile in due varianti colore – Rosso o Artic White – per la versione base, mentre per la versione S tre i colori previsti: Rosso, Artic White e Nero.
La versione S, disponibile in 2 equipaggiamenti: SPORT EDITION (con cartelle motore, prese d’aria anteriori, parafango posteriore e deflettori in carbonio) e TOURING EDITION (con borse laterali, manopole riscaldate, cavalletto centrale). La S è caratterizzata principalmente dal sistema DES (Ducati Electronic Suspension), l’innovativo sistema sviluppato da Ohlins in collaborazione con gli ingegneri di Borgo Panigale appositamente per questa moto e l’ABS.
Il prezzo, chiavi in mano, della nuova Ducati Multistrada 1200, parte da 14.900 Euro per la versione base, fino a 18.900 Euro per la versione S.
La nuova Ducati Multistrada 1200 è unica nel suo genere. Una moto in grado di affrontare al meglio ogni tipo di percorso e ogni tipo di fondo stradale, capace di ottimizzare la sofisticata tecnologia mutuata direttamente dall’esperienza in pista delle “rosse di Borgo Panigale”. Una moto senza limiti in grado di assecondare e adattarsi ad ogni esigenza del pilota. Passando con facilità da una supersportiva ad una tourer per lunghi viaggi  (con tanto di passeggero e bagagli) si propone anche come la una moto per “tutti i giorni” da usare per andare al lavoro che, con altrettanta versatilità, è capace di affrontare strade bianche e sterrati con le prestazioni di un’agile enduro. Quattro moto in una, il tutto grazie al comando di un semplice click, senza mai togliere le mani dal manubrio. Una moto eclettica quanto polivalente, in grado di raggiungere prestazioni di assoluto rilievo in ogni occasione: Ducati ha realizzato la moto che non c’era!
Ducati, ancora una volta, apre nuove frontiere aggiungendo la genialità italiana all’eleganza, allo stile e alla tecnologia che, da sempre, contraddistinguono le moto della casa motociclistica bolognese.
A tutto questo è stato aggiunto il cuore, il motore ideale, capace di poter esprimere al meglio il potenziale di questo nuovo progetto. La scelta non poteva che andare sul propulsore Campione del Mondo, il motore Testastretta che equipaggia la Ducati 1198. Il risultato finale ha premiato gli sforzi profusi da parte gli ingegneri di Borgo Panigale che sono riusciti a sfruttare la grande potenza e l’enorme potenziale di questo motore rendendolo docile e fruibile, adatto ad ogni situazione, creando il nuovo propulsore denominato Testastretta 11°, un significativo passo avanti in termini di performance, elasticità e sicurezza.
Quattro differenti “personalita’” con un semplice “CLIC”; un semplice interruttore (il pulsante ritorno frecce) in grado però di cambiare  – sia da fermo che in movimento – alcuni fondamentali parametri della nuova Multistrada 1200 come potenza, coppia, regolazione sospensioni, controllo di trazione, permettendo alla moto di adattarsi alle esigenze del pilota e non viceversa, come normalmente accade quando si viaggia su due ruote. Ducati, con la  Multistrada 1200 introduce il concetto di quattro moto in una.
L’intuizione che ha guidato il progetto, e che ha permesso agli ingegneri Ducati di ottenere “quattro moto in una”, è stata quella di combinare tra loro:
– 3 diverse mappe motore (di serie su tutte le versioni)
– 8 livelli di ‘sensibilità’ del DTC (di serie su tutte le versioni)

Sistema DES (Ducati Electronic Suspension) con differenti livelli di settaggio come taratura automatica delle sospensioni singolo pilota, singolo con bagaglio, con passeggero e passeggero con bagaglio. (disponibili solamente nella versione S)
Combinando in modo opportuno questi elementi sono state create le 4 differenti configurazioni, denominate Riding Mode, che caratterizzano il sistema, ovvero: SPORT, TOURING, URBAN ed ENDURO.
Selezionando il Riding Mode Sport, si ottiene una moto adrenalinica, spinta da una potenza di 150 cavalli, con una coppia mozzafiato ed un assetto sportivo delle sospensioni, ideale per sentire la strada e disegnare traiettorie precise. A questo si aggiunge un intervento ridotto del Ducati Traction Control (livello 3 – intervento basso), ideale per piloti esperti che vogliono spingersi al limite.
Per il Riding Mode Touring Ducati ha previsto un motore godibile da 150 cavalli in configurazione da viaggio, con un coppia morbida, fruibile ma pronto a rispondere in caso di bisogno. La sicurezza è garantita dalla più evoluta tecnologia ABS e dal Ducati Traction Control (livello 5 – intervento intermedio), appositamente regolato per una guida stabile e rilassata. L’assetto delle sospensioni, infine, è quello ideale per il moto-turismo, in grado di assicurare il massimo comfort a pilota e passeggero.
Dopo aver viaggiato in autostrada, immergendosi di nuovo nella giungla urbana, serve una moto ancora più maneggevole, fruibile 365 giorni all’anno, ideale per andare al lavoro o per un aperitivo in centro. Il Riding Mode Urban prevede una potenza di 100 cavalli, sospensioni con un setting ideale per superare comodamente i frequenti ostacoli cittadini (dossi, tombini, ecc) ed un alto livello del controllo di trazione (livello 7 – intervento alto) per muoversi sempre in completa sicurezza anche nel traffico più caotico.
Oltre ai lunghi viaggi in autostrada e al traffico cittadino, la Multistrada 1200 permette di superare brillantemente anche uno sterrato. Ad una moto agile e leggera, con manubrio largo e alto, pedane dentate, paracoppa di serie e pneumatici stradali appositamente progettati, si aggiunge il Riding Mode Enduro che prevede una potenza del motore di 100 cavalli, sospensioni più morbide e alte con la possibilità di escludere l’ABS e l’intervento del Traction Control ridotto al minimo (livello 1 – intervento quasi assente).
SOSPENSIONI ÖHLINS CON SISTEMA DES (Ducati Electronic Suspension)
Le versioni S della Multistrada 1200 sono equipaggiate con sospensioni Öhlins di ultima generazione dotate dell’innovativo sistema DES (Ducati Electronic Suspension). La forcella è completamente nuova, con steli rovesciati da 48 mm, e piedino forgiato dedicato; le regolazioni (precarico molla, freno idraulico in estensione e compressione) sono a controllo elettronico, gestibili tramite il cruscotto. Anche il mono-ammortizzatore posteriore è Öhlins TTX, regolabile sempre elettronicamente nel precarico molla e nei freni idraulici in estensione e compressione.
La gestione delle regolazioni da menu cruscotto è possibile sia in modalità preconfigurata (ogni riding mode prevede un setting elaborato da Ducati per le diverse modalità d’impiego del veicolo e per i diversi carichi) che in modalità indipendente, agendo su ogni singolo parametro.
Nello specifico, le sospensioni elettroniche (DES) permettono la regolazione indipendente di:
– Freno idraulico in compressione ed estensione anteriore
– Freno idraulico in compressione ed estensione posteriore
– Precarico molla posteriore
Le modifiche dei setting vengono eseguite, attraverso il cruscotto, da una centralina dedicata che pilota i diversi attuatori.
Sia in condizioni statiche che dinamiche, il sistema DES nei differenti Riding Mode (Sport, Touring, Urban ed Enduro) consente di variare in maniera pratica e veloce l’assetto della moto in funzione del pilota singolo, del pilota con valige, del pilota con passeggero e del pilota con passeggero e valige.   

ReporTMotori TV

Newsletter