in

SBK: si chiudono i test di Portimao

Aprilia_SBK_101Una fresca giornata di sole fa da cornice all’ultima giornata dei Test Infront di Portimao. Dopo un lungo lavoro di preparazione, negli ultimi minuti di prove gran parte dei piloti hanno utilizato i pnumatici da tempo che hanno permesso alla Honda di Rea di staccare il miglior tempo con 1’42”270, nuovo record della pista lusitana.
Biaggi alla fine dei tre giorni ottiene il settimo tempo con 1’43”364, 147 giri, a 1”094. Max ha lavorato ancora molto sulla sua RSV4 alla ricerca della giusta base con la quale iniziare la stagione 2010.
Dodicesimo tempo per Leon Camier con 1’43”749, 192 giri per lui in questi tre giorni, a 1”479 dal record di Rea. Il giovane pilota inglese nell’ultimo turno di prove ha perso molto tempo per cambiare radicalmente l’assetto della sua Aprilia e ciò non gli ha permesso di poter migliorare ulteriormente il suo crono.
“Soffriamo ancora di vibrazioni in alcuni punti del circuito – ha dichiarato Biaggi – e si presentano soprattutto quando provo ad essere più aggressivo nella guida. Non siamo ancora riusciti a risolverle, ritardiamo il momento in cui si presentano ma non sarà facile eliminarle, anche se manca più di un mese alla gara qui e sicuramentequalcosa cambierà. Rispetto ai test di dicembre in Spagna abbiamo sofferto di più , vedremo martedì a Valencia come andranno le cose, sarà un test importante e speriamo che il meteo ci assista. Dobbiamo lavorare per semplificare la guidabilità della moto, per questo non abbiamo utilizzato la gomma da qualifica, non ve ne era motivo“.
“Oggi purtroppo abbiamo provato un assetto sbagliato –  ha detto Camier – ed abbiamo perso molto tempo per tornare indietro. Alla fine sono riuscito a migliorare un pochino il mio crono e per questo sono contento considerando quanto siamo stati costretti a rimanere fermi al box. Adesso dobbiamo tirare le somme del grande lavoro fatto in questi tre giorni e continuare di questo passo martedì e mercoledì a Valencia”.

Marco Lasala

Scritto da Marco Lasala

Credo di esser nato per comunicare la mia passione per i motori: i miei primi passi li ho mossi.. su di un kart!!! Mi sono laureato in Economia e Commercio (indirizzo Marketing), ma ho iniziato a fare il giornalista da quando avevo poco più di 20 anni, scrivendo per quotidiani nazionali e riviste estere. Oggi collaboro con diverse testate specializzate nell’universo automotive, provo auto e moto, descrivo le mie sensazioni di guida, cerco di emozionare i lettori. Sono un competitivo, amo salire sul gradino più alto del podio, sono convinto che il pericolo più grande sia frenare, piuttosto che affrontare una curva a gas aperto! Il mondo dei motori è in continua evoluzione, l’elettrificato macina chilometri, ma… nella mia mente la melodia di un V12 a 8.000 giri non svanirà mai!

Ducati Desmosedici RR vs Aprilia RSV4

Harley-Davidson presenta il nuovo Sportster®