Nuova Mercedes-Benz Classe S: oltre 100 anni di storia e di successi

Nuova Mercedes-Benz Classe S, s 560, classe s 560Era il 1903 quando la casa della Stella a tre punte, lanciò sul mercato la 60 hp, l’antesignana di quella che sarebbe stata la sua ammiraglia, una vettura che così come accade tutt’oggi, rappresentava il punto di riferimento: oggi la storia si ripete con la nuova Mercedes-Benz Classe S .

Una continua evoluzione nel tempo, un’auto che ha saputo dettare legge nel campo della sicurezza attiva, grazie a tecnologie inesplorate: nel 1972 sulla Mercedes-Benz Classe S debutta l’ABS, dispositivo divenuto obbligatorio nel 2004, nel 1993, il Common Rail, nel 1995, l’ESP, nel 2009, sulla S 400 Hybrid, su di un’auto di serie vengono montate, per la prima volta nel mondo, le batterie al litio, sviluppo che poi nel 2013 si è spinto fino al “Road Surface Scan”, una sorta di analizzatore del manto stradale, che previene e predispone l’assetto della vettura, a possibili variazioni di pendenza e condizioni di guida.

A partire dal dopoguerra ne sono state vendute ben 4.000.000 di unità, mentre dal 2013, anno in cui, la Mercedes-Benz Classe S, ha rappresentato una vera svolta nel segmento delle ammiraglie di lusso, perché dopo la serie 220/221, ha saputo riproporre, nuovamente, uno stile autentico e leggero.

Migliorare la “perfezione” non è stato assolutamente facile, la nuova Mercedes-Benz Classe S, porta su strada, ben 6.500 nuovi elementi e dispositivi che la rendono ancora una volta il punto di riferimento: dallo stile elegante e dinamico, all’aerodinamica da record, perché nonostante le sue dimensioni non proprio lillipuziane, il CX di 0,24 è da record di categoria.

Nuova Mercedes-Benz Classe S, s 560, classe s 560Descrivere tutte le migliori e la tecnologia presente a bordo dell’ammiraglia di Stoccarda è pressoché impossibile, l’elenco è lunghissimo, in conferenza stampa, ci si è soffermati su alcuni plus che la nuova Classe S porta con sé: ionizzatole, air balance e chromotherapy, 6 sono i programmi selezionabili, dal relax allo sportivo, dal massaggio Hot Stone alla schiena e zona lombare alle luci di bordo, non manca nulla per ritrovarsi immersi un un ambiente lussuoso.

Si parla spesso di guida autonoma ed assistita, la nuova Mercedes-Benz Classe S è dotata di una miriade di dispositivi di sicurezza attiva, che in parte erano già presenti sulla rinnovata Classe E, in parte sono portati ad uno stadio, qui, ancora più evoluto ed automatizzato.
Durante il nostro test drive, sarà il Road Surface Scan a destare in noi tantissima curiosità, perché mentre viaggi in sport, con le sospensioni indurite, è futuristico pensare di affrontare una buca, con le sospensioni che pochi metri prima, si sono automaticamente impostate, in modalità comfort!

Entrare a bordo della nuova Mercedes-Benz Classe S è quasi un’esperienza mistica, tra una plancia infinita e dominata da display ad alta risoluzione, sedili confortevoli rivestiti di morbida pelle e impianti multimediali, dove dei tablet presenti sugli schienali, permettono ai passeggeri posteriori, di navigare, ascoltare musica e leggere, in totale autonomia, tutto è disposto affinché ogni minimo spostamento sia confortevole, gradevole.

Nuova Mercedes-Benz Classe S, s 560, classe s 560Sguardo da ammiraglia, tecnologia premium
Sulla nuova Mercedes-Benz Classe S, i fari con tecnologia Multibeam LED presentano tre strisce luminose, quasi a distinguerne lo sguardo dalla massa, mentre al posteriore, luci a LED con effetto cristallo, portano all’ennesima potenza l’idea di sfarzo e lusso a bordo.
Internamente, lo schermo centrale, formato 16:9, è da 12,3 pollici e grazie ad una soluzione d continuità, forma un tutt’uno con la strumentazione. Il volante è dotato di touch control, basta un semplice sfioramento dei comandi per poter accedere ad una miriade di funzioni. Il Voicetronic qui, sulla nuova Classe S, è ulteriormente evoluto, ogni funzione può esser comandata vocalmente.

Prova su strada
Mercedes-Benz lo aveva dichiarato: in occasione del lancio della nuova Classe S, ci sarebbe stata, in termini di motorizzazione, un piacevole ritorno: così l’unico V8 biturbo ( eccezion fatta per la serie AMG), non poteva non esser testato, la nostra compagna di viaggio sarà la S 560 !
Un quattro litri, un V8 biturbo: 469 cavalli e ben 700 Nm di coppia massima, in modalità souplesse, 4 cilindri sono disattivati, per ridurre al massimo i consumi.
Su questo motore i turbocompressori sono posizionati in prossimità della “V” del motore, dove si “congiungono” i due alberi a camme, questo per un miglior rendimento. Sulla Classe S 560 , si viaggia nel silenzio più assoluto, il V8 è prontissimo, il turbolag, nonostante la grande potenza e coppia a disposizione, non esiste, qui, anche la turbina viene comandata da un servomotore elettrico.
La qualità di vita a bordo di questa vettura non ha eguali, dal comfort di marcia grazie a sospensioni che filtrano ogni asperità, alla sicurezza, il motore è parte attiva di un progetto esclusivo.
Il cambio doppia frizione a nove marce, è veloce quanto dolce nei passaggi, durante il nostro test, massaggio hot stone si rivelerà efficace!

Tutto è filtrato qui, non c’è spazio per nessuna sbavatura, del resto il cliente della Classe S è esigente e Mercedes ancora una volta si è superata, rendendo disponibile un’auto pressoché perfetta.

a cura di Marco Lasala
marco.lasala@reportmotori.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *