in ,

F1 GP Baku: Perez vince, delusione per Verstappen, errore di Hamilton

Al Gran Premio dell’Azerbaijan, vince Sergio Perez seguito da Sebastian Vettel e Pierre Gasly

Tempo di lettura: 3 minuti

F1 GP Baku Sergio Perez vince l’incredibile e pazzo Gran Premio dell’Azerbaijan davanti a un velocissimo Sebastian Vettel su Aston Martin e Pierre Gasly su Alpha Tauri.

Grandissima delusione per Max Verstappen che ha guidato in testa per quasi tutto il gran premio fino al 48° giro, quando ha dovuto abbandonare a causa di un incidente provocato dallo scoppio di una gomma posteriore, deve dire addio al suo sogno di gloria in F1 GP Baku.

La gara ripartita con le vetture ferme in griglia a quel punto vedeva Hamilton favorito, l’inglese ci ha provato ma il campione inglese commette un errore clamoroso va lungo e si ritrova in 15esima posizione e senza nessun punto per la lotta mondiale.

I due contendenti Hamilton e Verstappen restano a secco di punti.

Ottima gara per l’Alpha Tauri con Pierre Gasly è riuscita a tenere testa all’attacco di Leclerc (quarto) nel finale di gara. Ferrari non al top sulle strade di Baku, chiude all’ottavo posto con la seconda monoposto di Sainz.

Al quinto posto Lando Norris con la Mclaren, al sesto un redivivo Fernando Alonso su Alpine, settimo Tsunoda (Alpha Tauri), nono Ricciardo (Mclaren), decimo Raikkonen (Alfa Romeo) che ha chiuso in undicesima posizione con l’italiano Antonio Giovinazzi.

Non “classificabile” Valtteri Bottas, dodicesimo nonostante la Mercedes campione del mondo per sette anni consecutivi.

Via regolare del Gran Premio di Baku con Leclerc che mantiene la testa della corsa davanti a Hamilton e Verstappen. Sainz perde una posizione.

F1 GP Baku - Sergio Perez

F1 GP Baku: telecronaca gara

  • 3° giro Hamilton prende la scia a Leclerc e lo supera;
  • 4 ° giro c’è il ritiro per l’Alpine di Ocon per problemi al motore;
  • 5° Hamilton, Leclerc, Verstappen, Perez, Gasly, Sainz, Alonso;
  • 6° Sono tutti e tre vicini i primi tre, con Verstappen che si fa vedere da Leclerc;
  • 7° Verstappen prende la seconda posizione su Leclerc;
  • 8° Anche Perez super Leclerc e si porta in terza posizione. Pit stop per Norris su Mclaren e Alonso su Alpine;
  • 10° pit stop per Leclerc che monta la gomma bianca;
  • 11° giro veloce di Perez con la Red Bull, pit stop per l’altro Ferrarista Carlos Sainz;
  • 12° lungo di Sainz alla curva 8, a causa della gomma fredda. Hamilton fa la sua sosta ai box con un bloccaggio del pilota inglese per permettere di far passare Gasly;
  • 13° giro veloce di Verstappen che si ferma ai box ed esce davanti a tutti. Perez ai box;
  • 14° Perez esce davanti ad Hamilton che è dietro alle due Red Bull;
  • 15° Vettel al comando ma deve ancora fermarsi per il suo pit, poi Verstappen, Perez, Hamilton, Stroll, Gasly, Leclerc, Tsunoda, Norris, Bottas;
  • 19° pit stop di Vettel. IN testa alla classifica torna Verstappen. Dietro Perez e Hamilton che non ha ritmo rispetto alle due Red Bull;
  • 26° Verstappen, Perez, Hamilton, Stroll (no pit stop), Gasly, Leclerc, Vettel;
  • 27° Sainz attardato passa Alonso e si porta in 12^ posizione;
  • 31° brutto incidente di Stroll, con il cedimento di una gomma in pieno rettilineo e ingresso della safety car che compatta il gruppo. Il pilota dell’Aston Martin stava disputando un’ottima gara;
  • 33° guida il gruppo la Mercedes rossa guidata da Bernd Maylander in attesa di togliere l’auto di Stroll dalla pista;
  • 34° pit lane aperta piloti ancora dietro alla safety car;
  • 35° riprende la gara Verstappen mantiene la testa della corsa, poi Perez e Hamilton;
  • 37° un super Vettel supera Gasly e sale in quarta posizione;
  • 38° bel sorpasso di Raikkonen su Alfa Romeo su Bottas;
  • 39° giro veloce di Verstappen, Perez, Hamilton, Vettel, Gasly, Lelcerc;
  • 43° Verstappen, Perez, Hamilton, Vettel, Gasly, Leclerc, Tsunoda, Norris, Sainz, Ricciardo, Alonso, Raikkone;
  • 44° giro veloce di Hamilton;
  • 47° incredibile, Verstappen a muro a causa dello scoppio di una gomma, lascia la prima posizione a Perez. Una pista atipica, che fa esplodere le gomme in quel lunghissimo rettilineo. Safety car nuovamente in pista;
  • 48° dietro la safety car Perez, Hamilton, Vettel, Gasly, Leclerc;
  • 49° dopo venti minuti di stop si sa che la partenza sarà sulla griglia di partenza;
  • 49° riparte il gp con le monoposto che effettuano un giro di ricognizione;
  • 49° al via Hamilton arriva lungo e vanifica la possibilità di vincere;
  • 51° Perez vince il gp di Baku davanti a Vettel secondo, terzo Gasly, quarto Leclerc.

F1 GP Baku: podio per Sergio Perez

Perez: Mi spiace per Max, sarebbe stata una doppietta incredibile per noi. È andata bene, ho rischiato il ritiro… Alla ripartenza Hamilton mi ha affiancato, io ho detto: non posso sbagliare e ho frenato il più tardi possibile. Lui ha fatto lo stesso ed è andato lungo.

Vettel: E’ stato un inizio per noi ma questa è stata una gran gara. Dopo la ripartenza è andato tutto bene per me e ho recuperato due posizioni e poi un finale fantastico.

Gasly: Incredibile, non so cosa dire, è stata una gara folle. Sono felicissimo di aver ottenuto questo podio. Una gara e un lavoro fantastico per tutti noi.

 

 

Carlo Rallo

Scritto da Carlo Rallo

Classe ’76, siciliano, di Marsala, giornalista pubblicista, sono cresciuto a pane, latte e motori.
La prima volta dietro al volante? A dieci anni, in un piazzale, con una Opel Corsa berlina 1.2 GL con papà accanto e una Ferrari Testarossa di color nero che mi veniva incontro e mi distraeva dalla guida.
Mi occupo da vent’anni di informazione legata al mondo dei motori. Collaboro con diverse testate e con una radio, dove curo la rubrica motori.
Scrivo di auto-prodotto, mercato, saloni, sicurezza, tecnica e economia dell’auto e motorsport.
Le mie passioni? Beh, manco a farlo apposta, sono le auto di cui amo fare le prove su strada e pista, descriverne pregi, difetti e le sensazioni ai lettori e il motorsport, in particolar modo, su tutti, la Formula 1 che, nonostante l’avvento della “Power Unit”, continua, per il sottoscritto, ad essere lo sport più bello del mondo.

MotoGP GP Catalogna 2021

MotoGP GP Catalogna 2021: vince Oliveira, seguono Zarco e Miller

Mercedes-Benz 500 E

Mercedes-Benz 500 E: 30 anni fa nasceva la berlina firmata Porsche