Menu

Aston Martin V12 Speedster – 88 esemplari per sognare!

Aston Martin V12 Speedster si avvia verso la fase finale della produzione

E’ nella fase finale, quella dei test su strada, per la Aston Martin V12 Speedster si prevede un successo pazzesco.

Aston Martin V12 Speedster

Sarà una supercar prodotto in serie limitata, le prime foto ufficiali rilasciate dal marchio inglese, lasciano ben sperare, perché si tratta di una open incredibile ed affascinante.

La Aston Martin V12 Speedster rispecchia quanto già visto sulla show car…

Rispetto al prototipo presentato poco tempo fa, le sue linee sono sostanzialmente identiche, le uniche differenze riguardano la griglia anteriore, il rivestimento in fibra di carbonio a vista del paraurti posteriore ed i terminali di scarico più grandi e che puntavano verso l’alto.

Sarà dunque una due posti senza compromessi e di fatto, osservandola in tutta la sua bellezza, sembra che il marchio inglese abbia centrato appieno le aspettative.

La nuova Aston Martin V12 Speedster sarà prodotta in soli 88 esemplari

Le prime consegne inizieranno a partire dal prossimo anno, la divisione Q di ha impiegato soli 12 mesi per passare dal prototipo alla produzione.

Questa due posti open prende in prestito l’architettura utilizzata sulla Vantage e DBS Superleggera, con una carrozzeria integralmente realizzata in fibra di carbonio.

Cuore di questa supercar limited edition sarà il V12 biturbo da 5,2 litri che sprigiona una potenza massima di 690 cavalli per 752 Nm di coppia massima, una potenza sufficiente a permetterle di bruciare i 100 km/h con partenza da fermo in soli 3,5 secondi per una velocità massima, limitata elettronicamente, pari a 300 km/h.

Da segnalare anche la presenza dei cerchi a serraggio centrale da 21 pollici con dischi freno in carboceramica ed impianto di scarico realizzabile su misura.

Aston Martin V12 Speedster ha un prezzo di 986.800 Dollari (765.000 Sterline).

Nncora non è stato comunicato se le 88 unità prodotte saranno riservate al solo mercato europeo e quante, per quello inglese e soprattutto italiano!

Marco Lasala

ReporTMotori TV

Newsletter