Menu

Una Giulia GTAm camuffata avvistata per strada…

Giulia GTAm non è una novità!

Una supercar con le sembianze di una berlina che ha debuttato qualche mese fa e che ha conquistato pubblico e collezionisti di tutto il mondo: qualche giorno fa è stato avvistato su strada un esemplare della Giulia GTAm

Alfa Romeo Giulia GTAm

Un dato è sicuro: i soli 500 esemplari disponibili, al prezzo unitario di circa 180.000 euro, sono tutti andati a ruba!

Dunque perché mai una Giulia GTAm così camuffata?

Ha una carrozzeria muscolosa, enormi passaruota, un enorme alettone posteriore e un doppio quanto minaccioso terminale di scarico centrale. 

Il frontale è cattivissimo, con prese d’aria totalmente inedite e sensibilmente più grandi rispetto a quelle presenti sulla Giulia Quadrifoglio 

Una GTAm non solo potenziata ma anche…

Il glorioso V6 da 2,9 litri sale a quota 540 cavalli, 30 in più rispetto alla Quadrifoglio

Ma non è solo una questione di numeri, di cavalli, perché una vera auto da corsa o quanto meno concepita per divertire tra i cordoli, deve essere anche leggera!

Così il peso è contenuto in soli 1.520 kg grazie al vasto impiego della fibra di carbonio ed alluminio. 

Dopo una berlina che supera i 300 km/h e brucia i 100 km/h con partenza da fermo in soli 3,6 secondi, cosa altro bollirà in pentola in casa Alfa Romeo?

Non dimentichiamoci che esiste anche la GTA che è molto meno appariscente rispetto alla sorella, ha quattro posti ed è destinata ad un pubblico esigente ma non estremista nelle performance.

Probabile che il prototipo sorpreso in strada sia solo un muletto e che celi altre novità, anche non attinenti al mondo Giulia.

Perché nello sviluppo dei propulsori oramai è noto lo zampino della Ferrari, quindi probabile che si stiano testando nuove soluzioni, anche elettrificate, visto che oramai il V6 è ad una fase tale nello sviluppo da richiedere, per ulteriori upgrade di potenza, soluzioni tecniche fino ad ora non esplorate!

Dunque una versione ancora più potente e veloce della GTAm semmai con un alimentazione ibrida?

Il mistero si infittisce…

Marco Lasala

ReporTMotori TV

Newsletter