Menu

Ferrari 456 GT la coupé tecnologica e prestazionale!

Ferrari 456 GT è una coupé senza tempo!

Ferrari 456 GT alla sua presentazione sul mercato era la massima espressione della tecnologia raggiunta dalla Casa del Cavallino rampante , presentando delle caratteristiche tecniche e soluzioni ingegneristiche  in netto anticipo sui tempi.

Ferrari 456 GT

La sua linea si ispira alla 365 Daytona, con una carrozzeria 2+2 che le ha consentito una presenza lunga sul mercato di 11 anni.

La vettura fu disegnata dalla Pininfarina che già aveva disegnato tutte le  Ferrari 2+2 e l’obiettivo era di costruire una vettura che potesse diventare punto di riferimento per il settore.

La linea della 456 GT era un mix ben equilibrato,  elegante, ma nello stesso tempo sportiva, pronta ad evocare le più famose GT con la sua trazione anteriore, fino alla fine della produzione  della 456 M GT che avvenne nel 2003.

La Ferrari 456 GT era equipaggiata…

Aveva un motore V12 da 5.5 litri, con quattro valvole per cilindro, realizzato totalmente in alluminio e capace di sviluppare una potenza di 442 CV con una coppia massima di 550 Nm .

Il propulsore fu appositamente sviluppato per questa vettura e collocato in posizione anteriore, contrariamente a tutte le Ferrari del periodo dotate di motore posteriore.

Il propulsore veniva abbinato ad un cambio manuale a 6 rapporti sulla versione GT, mentre sulla successiva versione GTA veniva proposta una trasmissione automatica a 4 rapporti.

Superava i 300 km/h la Ferrari 456 GT

La coupè della Casa di Maranello poteva raggiungere una velocità massima di 310 km/h e di bruciare lo scatto da 0 a 100 km/h in soli 5,2 secondi.

Nel corso della sua presenza sul mercato, la vettura venne affiancata dalla 456 M GT, dove “M” sta per “modificata”.

Questa versione presentava alcuni piccoli ritocchi estetici come la calandra più grande  e gli indicatori di direzione integrati nel paraurti.

Il motore restò invariato con la sola aggiunta del controllo della trazione, per assicurare una migliore gestione della vettura sul bagnato.

Nel 1996, su specifica richiesta fatta da Hassanal Bolkiah, Sultano del Brunei, fu  realizzata una versione speciale in soli sei esemplari  con carrozzeria shooting brake, chiamata Ferrari 456 Venice.

Marco Lasala

ReporTMotori TV

Newsletter