Menu

Volkswagen Golf GTE HyRacer la show car sorprendente!

Worthersee GTI è la manifestazione dedicata alla Golf GTE e GTI

L’attuale pandemia in corso ha sconvolto e cambiato il mondo, così anche la 39esima edizione del Wörthersee, il raduno delle Golf GTE e GTI non si è svolto.

Volkswagen Golf GTE HyRacer

In questa occasione diverse le novità che sarebbero avrebbero dovuto debuttare, tutte firmate Volkswagen.

La Golf GTE HyRacer sarebbe stata la prima novità!

Si basa sulla GTE Plug-In Hybrid, la show car HyRacer è stata realizzata dalla Volkswagen Group Retail Germany ed ha richiesto per la sua realizzazione ben cinque mesi.

Hy sta per ibrido mentre Racer è in riferimento alle gare.

13 giovani trainer selezionati da 13 diverse concessionarie ufficiali Volkswagen in Germania, hanno lavorato assieme per un periodo di temp limitato, per dar  vita ad un’auto esclusiva, unica nel suo genere.

La Golf GTE HyRacer rispetto alla GTE di serie é…

Tante le novità rispetto al modello di serie, prima di tutto è stato montato un bodykit che prevede un paraurti anteriore e posteriore specifico, passaruota allargati, uno splitter anteriore ed un alettone posteriore sopra lunotto.

Nuovo è anche l’estrattore aria posteriore ed il doppio terminale di scarico.

L’auto è stata abbassata rispetto alla GTE di 40 millimetri, per renderla ancora più accattivante.

Internamente sono stati installati sedili anteriori sportivi rivestiti in Alcantara che riportano sul poggiatesta la scritta “GTE HyRacer”, nuovi pannelli portiera e un volante sportivo con design specifico.

Belle le cuciture blu a contrasto, così come nuovi sono i loghi ideati per questa versione.

Immancabili i cerchi in lega leggera dark da 19 pollici con pneumatici da 265; rivisto anche l’impianto frenante che ora monta dischi freno anteriore da 380 millimetri.

Dal punto di vista tecnico, la Golf GTE HyRacer ora ha una potenza massima di 250 cavalli rispetto ai 204 del modello di serie.

Una targhetta posta sotto il portellone identifica i 13 trainers che hanno partecipato al progetto.

Marco Lasala

ReporTMotori TV

Newsletter