in ,

Lewis Hamilton vince il GP di Stiria, disastro Ferrari

Tempo di lettura: 2 minuti

Lewis Hamilton vince il secondo GP d’Austria del 2020 ma è scontro tra le due Ferrari

Lungo il circuito del Red Bull Ring, Lewis Hamilton raggiunge quota 85 vittorie e ora si trova a meno 6 dal record di Michael Schumacher.

Lewis Hamilton - F1 GP Stiria 2020

Dietro ad Hamilton il compagno di squadra Bottas a completare la prima doppietta Mercedes dell’anno.

Terzo Verstappen che ci ha provato in tutti i modi nel finale a difendere la posizione sul finlandese,  con un sorpasso da antologia anche se poi la velocità di Bottas lo ha costretto a cedere il passo.

Ancora una volta Lewis Hamilton dimostra tutta la sua superiorità!

Un campione che riconferma il suo status, ma è anche disastro in casa Ferrari…

In Austria la gara della Ferrari è un vero disastro, dura poche centinaia di metri a causa di un errore di Charles Leclerc che in un solo colpo pone fine alla sua gara e a quella del compagno di squadra Sebastian Vettel.

Onesto Leclerc, ma non poteva fare altrimenti, a prendersi la responsabilità dell’incidente e a chiedere scusa a Vettel e alla squadra.

Per il team di Maranello la situazione appare quanto mai difficile e lo confermano le stesse parole di Binotto che dice di dover analizzare a fondo i problemi per capire cosa sta accadendo alla vettura e perché sia così lenta.

La top ten – Al quarto posto la seconda Red Bull di Albon, quinto il sempre più convincente Lando Norris con la Mclaren, sesto  Sergio Perez con la Racing Point, settimo Stroll con l’altra Racing Point, ottavo posto per Daniel Ricciardo con la Renault, nono Carlos Sainz su Mclaren e al decimo posto Kvyat con l’AlphaTauri.

La prossima gara già domenica prossima in Ungheria a Budapest.

Seb Vettel:
“Ero in lotta con altre due macchine, ho cercato di chiudere normalmente, non mi aspettavo che ci avrebbe provato in quel punto.
Era un bonus poter provare qui su questa pista. La macchina dava delle buone sensazioni e mi sarebbe piaciuto provare con gli aggiornamenti”.

Charles Leclerc
 “Oggi non sono stato assolutamente bravo, sono deluso di me e non ho altro da dire.
Peggio di quello che ho fatto era impossibile.
Mi spiace tantissimo per il team, volevamo vedere il risultato in gara oggi.
Dal lato mio avevo troppa voglia di far bene, ma sono stato troppo ottimista, ma avrei dovuto pensare alla macchina che avevo davanti, era Seb e ho combinato un disastro”.

Mattia Binotto
“La responsabilità di Charles è evidente.
Non dobbiamo però cercare colpevoli, si tratta di lavorare a Maranello e non partire a metà griglia.
Il grande rammarico è di vedere le due macchine ferme dopo poche centinaia di metri.
Dobbiamo capire il problema, analizzare la situazione, ma non dobbiamo drammatizzare”.

Lewis Hamilton: “Grazie al team e a tutti in fabbrica. E’ un campionato bizzarro ma è bello tornare a vincere”.

Valtteri Bottas
“Lewis partendo in pole e bene poteva controllare la gara. Da parte mia, secondo, non è male. E’ stata una bella battaglia con Verstappen”.

Max Verstappen
“Ci ho provato a stare secondo anche quando Valterri mi ha sorpassato. Alla fine è andata bene ma c’è tanto lavoro da fare”.

 

Carlo Rallo

Scritto da Carlo Rallo

Classe ’76, siciliano, di Marsala, giornalista pubblicista, sono cresciuto a pane, latte e motori.
La prima volta dietro al volante? A dieci anni, in un piazzale, con una Opel Corsa berlina 1.2 GL con papà accanto e una Ferrari Testarossa di color nero che mi veniva incontro e mi distraeva dalla guida.
Mi occupo da vent’anni di informazione legata al mondo dei motori. Collaboro con diverse testate e con una radio, dove curo la rubrica motori.
Scrivo di auto-prodotto, mercato, saloni, sicurezza, tecnica e economia dell’auto e motorsport.
Le mie passioni? Beh, manco a farlo apposta, sono le auto di cui amo fare le prove su strada e pista, descriverne pregi, difetti e le sensazioni ai lettori e il motorsport, in particolar modo, su tutti, la Formula 1 che, nonostante l’avvento della “Power Unit”, continua, per il sottoscritto, ad essere lo sport più bello del mondo.

Nuova BMW Z4 M40i

BMW Z4 M40i la roadster dal cuore sportivo!

Hispano-Suiza Carmen Fux Fuchsia

Hispano-Suiza Carmen Fux Fuchsia