Menu

Alfa Romeo Pordoi Quadrifoglio: crossover d’effetto!

Alfa Romeo Pordoi Quadrifoglio è minacciosa!

Dopo aver disegnato disegnato la Giulietta 2022 BEV e la Lamborghini GT Elettra, Stefano Moraschini realizza un nuovo rendering: si tratta della Alfa Romeo Pordoi Quadrifoglio . 

Alfa Romeo Pordoi Quadrifoglio

Il Pordoi è uno dei più intriganti quanto affascinanti passi alpini italiani!

Alfa Romeo Pordoi Quadrifoglio è un SUV cattivo!

Il SUV italiano non teme la concorrenza, del resto con i competitor tedeschi se la gioca sul filo delle prestazioni ma in quanto a fascino, la torinese ne ha da vendere. 

Un crossover sportivo quello dell’Alfa Romeo Pordoi Quadrifoglio 

Ha dimensioni di tutto rispetto, rasenta i 5 metri, ed è pensato per essere realizzato sulla piattaforma Giorgio, la stessa in pratica dove nascono Stelvio e Giulia. 

Per quanto concerne la motorizzazione, già dal suo norme si intuisce il motore che avrà il compito di spingerla: il sei cilindri in alluminio di origine Ferrari.

Anima da V6 per Alfa Romeo Pordoi Quadrifoglio

Il conosciuto motore che attualmente equipaggia la Giulia e la Stelvio Quadrifoglio, il V6 biturbo da 2,9 litri da 510 cavalli ( sulla GTA e GTAm sprigiona ben 540 cavalli), ha il compito nonché onore di spingere il maxi crossover torinese. 

Se così fosse, la vettura del Biscione sarebbe perfetta anche per approdare sui mercati americani e competere ad armi pari con mostri sacri quali Audi RS Q8, BMW X6 M, Maserati Levante Trofeo e soprattutto Lamborghini Urus e Porsche Cayenne Turbo.

Certo, visto l’utilizzo della piattaforma Giorgio, sarebbe possibile l’installazione anche di motorizzazioni meno performanti, magari sempre propulsori moderni, elettrificati, dotati di unità elettriche, in grado di dare coppia e soprattutto potenza all’italiana.

Tra i motori più accreditati ci sarebbero i 4 ed i 6 cilindri ibridi con potenze nell’ordine dei 400, 450 cavalli!

Certo è che, “ripescando” accessori e componentistica già presenti su altri modelli, vedi cerchi da 19 pollici della Stelvio o albero di trasmissione in carbonio della Giulia, i costi di produzione potrebbero scendere sensibilmente. 

Dimensioni extra per l’ Alfa Romeo Pordoi Quadrifoglio. 

Lo stile è ispirato alla storica Montreal, l’indimenticata coupé degli anni ’70 disegnata da Marcello Gandini su commissione di Bertone, un design quindi senza tempo, nonostante siano trascorsi oltre 50 anni. 

La Montreal sulla Pordoi Quadrifoglio rivive nelle fiancate, nelle prese d’aria laterali, nei gruppi ottici anteriori: Stefano Moreschini con sapiente abilità riesce a reinterpretare ed a far rivivere quello storico gioiello sulle quattro ruote, su di un Crossover moderno, aggressivo ed affascinante. 

Lo sguardo tipico delle Alfa Romeo più moderne è evidente osservando il frontale della Pordoi, chiari sono i richiami alla recente Tonale, con il trilobo che qui assume dimensioni decisamente più generose. 

Leonardo Lasala

ReporTMotori TV

Newsletter