Menu

De Tomaso P72 : nel cuore un poderoso V8!

De Tomaso P72 andrà in consegna ai primi clienti entro la fine di quest’anno.

Segna la rinascita del marchio ora sotto il controllo del Gruppo cinese Ideal Team Ventures che nel maggio del 2015 si aggiudicò all’asta il “brand” De Tomaso .

De Tomaso P72

Sono quasi mille i dipendenti suddivisi fra la sede di Grugliasco e quella di Livorno.

Perché la nuova supercar è stata chiamata P72?

“P” sta per Project e 72 per il numero delle vetture che saranno prodotte.

Per la vendita ed assistenza, la De Tomaso, priva oggi di una sua rete ufficiale, si affiderà alla Louwman Exclusive, azienda con sede ad Utrecht che vende anche automobili di marchi “particolari” e poco diffusi, come Automobili Pininfarina, Morgan e TVR.

La Louwman Exclusive è  pronta a raccogliere i primi ordini nel suo punto vendita a Utrecht e da fine 2020, non appena verranno consegnate le prime auto, offrirà i servizi di manutenzione e assistenza per la supercar italiana.

In caso di problemi gravi verrà presa in cura da tecnici formati direttamente in fabbrica e saranno loro stessi a raggiungere l’auto del cliente direttamente a domicilio.

La vettura  ha linee ispirate alle sportive degli anni ’60, dalle forme affusolate, senza grossi spoiler e con ampi passaruota.

Essa si basa su un  telaio monoscocca in fibra di carbonio realizzato dalla Apollo Intensa Emozione, una factory  artigianale  che fa parte come la De Tomaso della  Ideal Team Ventures,  ed ha come propulsore  il V8 sovralimentato di origine Ford.

Si tratta di un motore messo  punto dallo stesso tecnico che ha sviluppato sempre per conto della Casa dell’Ovale i V8 e V6 delle Ford GT del 2005 e 2017, lo statunitense Rush,  capace di una potenza di oltre 700 CV ed 825 Nm di coppia massima e  trasferiti alle ruote attraverso un cambio manuale a 6 marce sviluppato internamente.

La vettura sarà venduta ad un prezzo di 915 mila euro.

Marco Lasala

ReporTMotori TV

Newsletter