Menu

Ferrari e FCA pronti a produrre ventilatori polmonari

Ferrari ed FCA uniscono le forze!

Ferrari e la FCA sono pronti ad offrire un valido supporto nella produzione dei ventilatori polmonari, dispositivi indispensabili  per la terapia intensiva, volti a combattere l’emergenza sanitaria che in queste ore si sta rivelando drammatica per il comparto sanitario italiano.

Ferrari Stallone - Freni

Il maggior produttore, in Italia, di ventilatori polmonari è la Siare Engineering, azienda con soli 35 dipendenti, che in questi giorni, pur se in suo aiuto sono intervenuti tecnici militari, non riesce  a soddisfare le richieste di tali dispositivi che provengono dal settore sanitario.

L’azienda per poter evadere tutte le commesse che riceve necessita di figure specialistiche, che sappiano intervenire nel processo produttivo ed aumentare così la produzione.

E così la Siare , consapevole che le industrie automobilistiche hanno al loro interno validi tecnici con le giuste competenze nel settore idraulico ed elettronico, ha pensato di chiedere aiuto a Marelli, FCA, Ferrari per la produzione e l’assemblaggio dei dispositivi medici.

Due le possibili vie: utilizzare i tecnici Ferrari ed FCA direttamente nel sito produttivo della Siare a Crespellano Valsamoggia non distante dagli stabilimenti di Maranello e Modena oppure esternalizzare la produzione di parti dei dispositivi medici direttamente negli stabilimenti Ferrari.

L’idea italiana, ritenuta valida, è stata fatta subito propria dal Governo degli Stati Uniti che già ha avviato contatti con Ford e General Motors, mentre la Tesla ha già dato la sua disponibilità a produrre i ventilatori polmonari nei propri stabilimenti.

E la stessa cosa stà accadendo in Gran Bretagna dove sono in corso contatti con FordHonda e Rolls-Royce per  ottenere una riconversione temporanea degli impianti industriali per far fronte a questa emergenza mondiale che stiamo vivendo.

Marco Lasala

ReporTMotori TV

Newsletter