in ,

La storia infinita tra Walter Röhrl e Porsche

Tempo di lettura: 2 minuti

Esattamente 25 anni fa, è stato firmato un contratto che, negli anni successivi, è diventato un vero affare di cuore per entrambe le parti: tutti questi anni, Porsche ha arruolato il quattro volte vincitore del Rally di Montecarlo e due volte Rally World Champs: Walter Röhrl !

Nel 1993, Walter Röhrl stava già puntando ad una collaborazione con il marchio Porsche .

La sua prima auto fu una Porsche 356 usata, e in seguito una Porsche 911 apparve sempre nella sua collezione privata. Nel 1977, la sua auto da rally, una 911 personale, aprì la strada per un contratto con il team Fiat e nel 1981 Walter Röhrl era seduto sulla linea di partenza del campionato tedesco Rally con una Porsche 924 .
Anche a questo punto della sua eccezionale carriera da rally, Walter Röhrl è stato coinvolto nello sviluppo della Porsche 959 Super Sports Car e della tecnologia a trazione integrale per la Porsche 964 . Quando il contratto fu firmato all’inizio del 1993 per coinvolgerlo come Responsabile di progetto e di sviluppo, c’era una condizione: Walter Röhrl avrebbe assicurato che all’ex presidente Dr. Wendelin Wiedeking “venisse sempre detta la pura verità sui nuovi sviluppi”.

Da allora, Walter Röhrl ha partecipato allo sviluppo e alla messa a punto di diversi progetti, dalla 959, alla Carrera GT, passando per la 918 Hybrid, e tutte le versioni 911 e GT oltre alla Porsche Panamera.

Walter Röhrl dice sempre ciò che pensa: “Ho imparato una lezione molto importante durante il mio periodo in Porsche: le prestazioni di massimo livello che richiediamo da una vettura sportiva quando vengono spinte al limite è molto più di ciò di cui hanno bisogno i piloti professionisti. Idealmente, l’auto sportiva deve essere facile da controllare anche per i conducenti normali.”

Scritto da admin

Toyota Hilux Invincible 50 Chrome Edition

Un decennio di successi quello del Nissan Design Europe