Menu

Trent’anni di storia, 30 anni di Ferrari F40

ferrari f40,f40Ferrari F40 , un mito che negli anni ’80 accende la passione e l’orgoglio di ogni appassionato di auto e del marchio del cavallino.

La Ferrari F40 è stata una delle più prestazionali vetture di sempre, non un auto qualunque con un bel pò di cavalleria, ma una Ferrari purosangue capace di prestazioni elevatissime e che ancora oggi non sfigurerebbe al cospetto delle più blasonate supercar del momento.

Un 3 litri biturbo capace di erogare oltre 470cv, una potenza che permetteva alla Ferrari F40 di superare abbondantemente i 320km/h di velocità massima e di coprire il km da fermo in meno di venti secondi.

Prodotta in 1315 esemplari, la Ferrari F40 fu l’erede della GTO, la capostipite della serie di supercar realizzate in edizione limitata di cui è entrata a far parte LaFerrari. Per rivivere la storia delle supercar la migliore opportunità per tutti gli appassionati è visitare il Museo Ferrari a Maranello, dove è in programma la mostra “Ferrari Supercar. Tecnologia. Design. Mito”: accanto alla GTO, alla F40 e a LaFerrari ci sono anche la F50 e la Enzo, tutte protagoniste di un capitolo straordinario della storia del Cavallino Rampante.

Sono trascorsi trent’anni dalla presentazione ufficiale della F40, che si tenne il 21 luglio 1987 al Centro Civico di Maranello, dove oggi sorge il Museo Ferrari. Creata per celebrare il 40° anniversario della Casa, fu l’ultima vettura a portare la “firma” del fondatore. Un’auto definitiva, massima espressione della tecnologia allora messa a punto dal Cavallino Rampante, ma allo stesso tempo un ritorno alle origini, quando le vetture da competizione erano le stesse guidate su strada. Derivazione estrema della 308 GTB e del prototipo denominato 288 GTO Evoluzione, la Ferrari F40 è un capolavoro di ingegneria e di stile, entrato nell’immaginario collettivo come simbolo di un’epoca.

Nell’anniversario della nascita di questa leggenda dell’automobilismo, Ferrari ha raccolto i ricordi di tre dei suoi artefici: Ermanno Bonfiglioli, allora Responsabile Progetti Speciali, Leonardo Fioravanti, che per Pininfarina lavorò al design, e il collaudatore Dario Benuzzi.

Nel filmato sottostante una prova decisamente fuori dal comune ma……piena di passione!

ReporTMotori TV

Newsletter