Menu

Bugatti Vision Gran Turismo: forza estrema !

Bugatti Vision Gran TurismoIl 68esimo Salone Internazionale dell’Automobile di Francoforte ( IAA 2015 ) svelerà la futura Bugatti, la supersportiva, virtuale, destinata a succedere alla mostruosa Veyron e che di fatto ne accoglie la difficilissima eredità prestazionale: la Vision Gran Turismo, realizzata in collaborazione co la Polyphony Digital, azienda creatrice della mitica saga di Gran Turismo.

Bugatti pubblica le prime immagini, digitali, della sua nuova punta di diamante, la Vision Gran Turismo , un progetto che rende omaggio alla tradizionale storia del marchio, una vita dedicata alle corse che parte dagli anni venti e dalle sue numerose vittorie alla 24 ore di Le Mans .

“ Il team Design Bugatti funziona normalmente solo per una ristretta cerchia di clienti. Ora la Bugatti Vision Gran Turismo ci ha dato la possibilità, per la prima volta, di fare qualcosa di speciale per i nostri fan “, ha spiegato Achim Anscheidt, capo del Design Bugatti. “Quando il target cresce, il nostro compito diventa decisamente più difficile, improvvisamente dai 450 proprietari di Bugatti Veyron siamo passati a diversi milioni di fan, di giocatori e di appassionati di auto ad alte prestazioni, è una sfida molto eccitante. Ci siamo divertiti un sacco con questo progetto. ”

Nel realizzare la Bugatti Vision Gran Turismo, i progettisti si sono ispirati in particolare alla Bugatti Type 57, alle sue forme, prendendo in considerazione, come prestazioni, le sue vittorie nella 24 ore di Le Mans, del 1937 e 1939. Partendo da queste basi, la Bugatti Vision Gran Turismo si mostrerà al pubblico nel tradizionale colore blu, una finitura vincente, una colorazione che rendeva uniche le storiche vetture da corsa francesi. Il Blu è ancora il colore del marchio Bugatti !

“Nel creare la Bugatti Veyron, abbiamo sviluppato un super vettura sportiva che unisce due caratteristiche, la bellezza e le prestazioni“, ha spiegato Anscheidt. “La Bugatti Vision Gran Turismo incarna la prestazioni paurose. Ha uno stile più radicale ed estremo. Si tratta di una Bugatti vera e di razza, ideale per la pista virtuale, non per la strada.

“In nessun caso vogliamo creare una vettura da corsa in stile retrò in ricordo dei successi a Le Mans, ma piuttosto trasferire il sentimento e lo stato d’animo di questi momenti speciali nella storia della Bugatti in un veicolo moderno”, ha detto Sasha Selipanov, Responsabile del Design Esterno sviluppo creativo. “Come tifoso di Gran Turismo , si trattava di portare su di una pista virtuale un marchio che un tempo ed ancora oggi è sinonimo di prestazioni . Stiamo facendo in modo che Bugatti torni alle sue radici” .

ReporTMotori TV

Newsletter