in

Fabrizio e Badovini lavorano sul setting

Tempo di lettura: 2 minuti

Il Moscow Raceway ha dato oggi il benvenuto ufficiale all’undicesimo round della stagione World Superbike, il primo assoluto in Russia. Il BMW Motorrad Italia GoldBet Superbike Team ha visto i suoi piloti Ayrton Badovini e Michel Fabrizio concludere al quindicesimo e sedicesimo posto le Qualifiche 1 dopo che in mattinata, nelle Prove Libere 1, i due avevano ottenuto rispettivamente un decimo ed un sedicesimo posto. Nonostante fosse prevista pioggia per la giornata odierna, entrambi i turni si sono disputati su asfalto asciutto, con cielo coperto ed in presenza di forte vento. Il graduale aumento della gommatura della pista, in presenza di temperature costantemente sui 18 gradi nell’aria e l’aumento di feeling dei piloti col nuovo tracciato, hanno permesso un miglioramento dei riferimenti cronometrici da una sessione all’altra.
I piloti hanno continuato il lavoro iniziato mercoledì nella giornata di test ufficiali, cercando di migliorare il proprio rendimento sia sul giro singolo che sulla distanza di gara. Sia Michel Fabrizio che Ayrton Badovini hanno espresso il loro apprezzamento verso la pista, unica nel suo genere vista la sua tortuosità e la strettezza del nastro d’asfalto. La squadra è già al lavoro per analizzare i dati raccolti e studiare soluzioni adeguate, per cercare un miglioramento delle prestazioni in vista delle gare domenicali e della Superpole in programma domani.
La situazione provvisoria delle qualifiche, in attesa del secondo turno di domani mattina, vede Ayrton Badovini quindicesimo con un tempo di 1’36.326, seguito dal compagno di squadra Michel Fabrizio autore di un crono di 1’36.442, che gli è valso il sedicesimo posto. Serafino Foti, Direttore Sportivo BMW Motorrad Italia GoldBet Superbike Team, ha dichiarato: “Non siamo contenti di come è andata oggi. Il tracciato è molto lento e per questo dobbiamo cercare una maggiore guidabilità, oltre che ad un maggiore grip. Questi sono gli aspetti che ci stanno penalizzando, chiaramente le caratteristiche della pista non ci aiutano. Noi daremo il massimo e cercheremo di migliorare soprattutto in ottica gara. Le previsioni meteo purtroppo danno pioggia per domani, se dovesse essere così, il piazzamento nella top-16 sarebbe comunque molto importante”.

Michel Fabrizio #84 – FP1 16° (1’37.255) QP1 16° (1’36.442 ) “Dobbiamo ancora lavorare un po’ sull’assetto, abbiamo qualche idea a riguardo e domani proveremo nuove soluzioni in pista. Il mio problema è il terzo settore del tracciato, se riuscissimo ad abbassare i nostri tempi anche di soli 3 decimi questo ci farebbe fare un bel balzo in avanti”.

Ayrton Badovini #86 – FP1 10° (1’36.872) QP1 15° (1’36.326 ) “La pista è molto tecnica ed ha delle caratteristiche molto particolari. Oggi pomeriggio ho faticato un po’ a livello di grip perché una volta montata la gomma morbida l’aderenza invece che migliorare è peggiorata. Siamo tutti molto vicini, anche se ho dovuto guidare oltre il limite e prendermi qualche rischio per cercare di restare nei primi sedici in ottica Superpole. Per ora va bene così, continuiamo a lavorare per cercare di far bene domani”.

Prove Libere 1 1- Marco Melandri (BMW Motorrad Motorsport) 1’35.799 2- Chaz Davies (Aprilia) + 0.526 3- Davide Giugliano (Ducati) + 0.545 8- Leon Haslam (BMW Motorrad Motorsport) + 0.921 10- Ayrton Badovini (BMW Motorrad Italia GoldBet SBK Team) + 1.073 16- Michel Fabrizio (BMW Motorrad Italia GoldBet SBK Team) + 1.456

Scritto da admin

Un buon inizio per il Team Gresini a Brno

Un inizio positivo per Rossi a Brno