Menu

BMW Sailing Cup 2011

A Cascais l’equipaggio italiano sostenuto dalla concessionaria BMW Turbosport Imola ottiene il secondo posto nella finale internazionale della competizione velica per amatori organizzata dalla Casa di Monaco. Al Portogallo l’edizione 2011 della BMW Sailing Cup

Secondo posto per l’equipaggio italiano sostenuto dalla concessionaria BMW Turbosport Imola in occasione della BMW Sailing Cup 2011. Organizzata a Cascais, in Portogallo, la più importante regata internazionale per amatori organizzata dalla Casa di Monaco ha visto scendere in campo cinque team usciti vincitori dalle rispettive finali nazionali di Germania, Nuova Zelanda, Portogallo, Spagna e Italia. 
Composto dal timoniere Fabio Mazzoni e da Alberto Benedetti, Cesare Trioschi, Michele Mazzotti, Gian Matteo Paulin, il team italiano conquista la finale dopo tre giorni di prove e regate tra regate di flotta e match race. Sabato 4 giugno, dopo aver battuto 2 a 1 la Nuova Zelanda nei match race di semifinale, il team Italia incontra il Portogallo, uscito vincitore per 2 a 0 sulla Spagna nell’altra sfida di semifinale. 

La finale si svolge al meglio dei 5 match. È il Portogallo a portarsi subito sul 2 a 0. Poi si rivede l’Italia che vince il terzo match con un grande vantaggio anche grazie a due penalità inflitte agli avversari. Il quarto match è combattuto fin dalle fasi iniziali e per tutti i primi due lati. Il Portogallo sceglie però un lato favorevole del percorso e stacca l’Italia di tre lunghezze che mantiene fino all’arrivo. L’Italia chiude così al secondo posto davanti alla Nuova Zelanda, mentre la Spagna e la Germania ottengono rispettivamente un quarto e quinto posto in classifica generale. Dopo Dubai (2008) e Malcesine (2009) è questa la terza volta che un equipaggio italiano ottiene il secondo posto in occasione della BMW Sailing Cup.

Si conclude così con la vittoria del team Portogallo la quinta edizione della finale internazionale della BMW Sailing Cup, le cui regate di flotta e match race si sono svolte dall’1 al 4 giugno nelle acque antistanti il prestigioso Clube Naval de Cascais, situato a circa 25 chilometri dalla capitale Lisbona. Le barche utilizzate sono state dei monotipi Archambault Grand Surprise

Marco Lasala

ReporTMotori TV

Newsletter