in

Classe 125 – Marquez “vado ad Indianapolis per fare punti”

Tempo di lettura: < 1 minuto

Infortunatosi a Brno, lo spagnolo leader della classifica 125 correrà negli Stati Uniti con una lussazione scapolo-omerale. Marc Márquez si è sottoposto questo martedì ad una risonanza magnetica e ad altre prove presso l’USP Institut Universitari Dexeus di Barcellona. L’attuale leader del Campionato del Mondo 125 aveva riportato la lussazione della spalla negli ultimi istanti delle fp1 sul circuito di Brno, riuscendo poi a qualificarsi in 4ª piazza e terminare in settima. Di ritorno in Spagna, il pilota è stato visitato dallo specialista Xavier Mir per valutare l’esatta entità della sua lesione. Al termine delle prove, Marquez ha comunicato attraverso il suo blog i risultati.
“Sono stato sottoposto ad una esplorazione clinico-radiologica e ad una risonanza magnetica nucleare. La diagnosi definitiva parla di una lussazione scapolo-omerale sinistra. Questa lesione mi permetterà di iniziare immediatamente il recupero attivo-passivo di base con elettrostimolazione,” ha detto lo spagnolo.
“Sono in buone mani e adesso posso solo migliorare in vista di Indianápolis, dove comunque non potrò essere al 100%. Negli Stati Uniti ci sarà ancora da soffrire, ma andremo lì per fare il massimo dei punti,” ha concluso il 18enne.

Marco Lasala
Ultimi post di Marco Lasala (vedi tutto)

Scritto da Marco Lasala

Credo di esser nato per comunicare la mia passione per i motori: i miei primi passi li ho mossi.. su di un kart!!! Mi sono laureato in Economia e Commercio (indirizzo Marketing), ma ho iniziato a fare il giornalista da quando avevo poco più di 20 anni, scrivendo per quotidiani nazionali e riviste estere. Oggi collaboro con diverse testate specializzate nell’universo automotive, provo auto e moto, descrivo le mie sensazioni di guida, cerco di emozionare i lettori. Sono un competitivo, amo salire sul gradino più alto del podio, sono convinto che il pericolo più grande sia frenare, piuttosto che affrontare una curva a gas aperto! Il mondo dei motori è in continua evoluzione, l’elettrificato macina chilometri, ma… nella mia mente la melodia di un V12 a 8.000 giri non svanirà mai!

MotoGP – Riscontro positivo di Pedrosa nella prova del nuovo telaio HRC

Audi Q7 30 years quattro edition