in , ,

Team ParkinGO Triumph BE1 Racing: netti i miglioramenti

Tempo di lettura: 2 minuti

Triumph675La stagione del team ParkinGO Triumph BE1 Racing ha preso il via oggi con due sessioni di prove, che hanno definito la griglia di partenza provvisoria del primo round del campionato mondiale Supersport. Netti i miglioramenti della squadra rispetto ai test di inizio settimana, Chaz Davies ha fatto segnare il sesto tempo, a soli tre decimi dalla pole position, Sebastien Charpentier, nono, ha proseguito nell’ adattamento della moto al proprio stile di guida, mentre Jason Di Salvo ha trovato un feeling maggiore con il tracciato migliorando la propria posizione rispetto ai test. Unica nota stonata della giornata è la rinuncia forzata di David Salom a scendere in pista: è rimasto a guardare i compagni a causa di un banale errore nella comunicazione del numero di licenza tra federazione spagnola ed internazionale.
In occasione del primo turno di prove della stagione è stata svelata anche la livrea della moto  che i “quattro moschettieri” porteranno in gara per tutta la stagione 2010.

CHAZ DAVIES | Triumph Daytona 675 | 6° classificato in 1’34.939: “Ho migliorato la mia prestazione di oltre mezzo secondo rispetto ai test nel terzo settore, ma posso fare ancora meglio. Siamo alla ricerca di maggior grip in quel tratto di pista, per poterci giocare la prima fila”.

SEBASTIEN CHARPENTIER | Triumph Daytona 675 |  9° classificato in 1’36.039: “Ho sperimentato anche oggi alcune soluzioni ciclistiche, sto gradualmente conoscendo la moto. Penso di aver imboccato la strada giusta per potermi migliorare nella giornata di domani”.

JASON DI SALVO | Triumph Daytona 675 | 10° classificato in 1’36.208: “Nel primo turno sono andato subito molto bene, terminando al settimo posto. Abbiamo poi cercato di  spingerci ulteriormente avanti nella direzione intrapresa per la messa a punto, ma la soluzione non mi ha consentito di progredire ulteriormente, anche se i progressi rispetto ai test sono stati notevoli. Il mio obiettivo per domani sarà quello di scalare alcune posizioni in griglia”.

 I tempi:
1  26 Lascorz J. (ESP) Kawasaki ZX-6R 1’34.629
2  50 Laverty E. (IRL) Honda CBR600RR 1’34.634
3  54 Sofuoglu K. (TUR) Honda CBR600RR 1’34.683
4  37 Fujiwara K. (JPN) Kawasaki ZX-6R 1’34.783
5  51 Pirro M. (ITA) Honda CBR600RR 1’34.918
6   7 Davies C. (GBR) Triumph Daytona 675 1’34.939
7  99 Foret F. (FRA) Kawasaki ZX-6R 1’35.233
8 117 Praia M. (POR) Honda CBR600RR 1’35.762
9  16 Charpentier S. (FRA) Triumph Daytona 675 1’36.039
10  40 DiSalvo J. (USA) Triumph Daytona 675 1’36.208
11 127 Harms R. (DEN) Honda CBR600RR 1’36.295
12  55 Roccoli M. (ITA) Honda CBR600RR 1’36.345
13   4 Rea G. (GBR) Honda CBR600RR 1’37.015
14   5 Lundh A. (SWE) Honda CBR600RR 1’37.608
15   9 Dell’Omo D. (ITA) Honda CBR600RR 1’38.402

Marco Lasala
Ultimi post di Marco Lasala (vedi tutto)

Scritto da Marco Lasala

Credo di esser nato per comunicare la mia passione per i motori: i miei primi passi li ho mossi.. su di un kart!!! Mi sono laureato in Economia e Commercio (indirizzo Marketing), ma ho iniziato a fare il giornalista da quando avevo poco più di 20 anni, scrivendo per quotidiani nazionali e riviste estere. Oggi collaboro con diverse testate specializzate nell’universo automotive, provo auto e moto, descrivo le mie sensazioni di guida, cerco di emozionare i lettori. Sono un competitivo, amo salire sul gradino più alto del podio, sono convinto che il pericolo più grande sia frenare, piuttosto che affrontare una curva a gas aperto! Il mondo dei motori è in continua evoluzione, l’elettrificato macina chilometri, ma… nella mia mente la melodia di un V12 a 8.000 giri non svanirà mai!

Team Honda LCR: seconda sessione di test in Malesia

Phillip Island: Prima pole position per Leon Haslam (Suzuki) davanti a Fabrizio