Menu

Bentley Flying Spur un dodici cilindri turbo da 635 cv!

Bentley Flying Spur è la versione quattro porte della coupé Continental

Dopo l’uscita di scena  della Mulsanne, la Bentley Flying Spur è la sola berlina nella gamma della Casa di Crewe, e quindi una nuova versione della vettura vuole rafforzare l’immagine della stessa.

Bentley Flying Spur

Berlina imponente con i suoi 5,316 mt di lunghezza, 1,987 mt di larghezza ed 1,484 di altezza, è spinta da un propulsore 12 cilindri  di 5.998 cc, che è capace di sviluppare una potenza di 635 CV con una coppia massima di 900 Nm ed in grado di raggiungere una velocità di 333 km/h .

Un dodici cilindri per la nuova Bentley Flying Spur

Il sound del propulsore è ben insonorizzato  e durante la marcia auto stradale quasi non si avverte perché le ultime due marce del cambio robotizzato a doppia frizione sono di “riposo”.

Con la nuova versione la Casa inglese effettua una rivisitazione della parte tecnica, non tralasciando interventi in quella estetica.

Per l’aspetto tecnico la nuova versione della Flying Spur l’intervento  ha riguardato lo spostamento in avanti della posizione dell’assale anteriore.

Ammortizzatori attivi per la nuova Bentley Flying Spur

Questa soluzione si è resa necessaria per equilibrare il peso della vettura, raggiungendo una migliore precisione dinamica, grazie anche al lavoro svolto dall’innovativo sistema Bentley Dynamic Ride.

Con questo sistema  è possibile trasferire, a  seconda delle condizioni stradali, la potenza del propulsore  dall’assale posteriore a quello anteriore variando così la distribuzione della coppia in base alla modalità Drive Dynamics selezionata.

La reattività della vettura è favorita anche dallo sterzo elettronico che, durante le manovre oppure nella marcia a bassa velocità sterza le ruote posteriori nella stessa direzione delle anteriori, mentre nella marcia ad alta velocità il sistema sterza le ruote posteriori nella stessa direzione delle ruote anteriori aumentando la stabilità della vettura.

La nuova versione della Bentley è dotata anche di  CDC, acronimo di Continuous Damping Control, che consiste nella regolazione continua degli ammortizzatori assicurando così un comfort ottimale in ogni circostanza.

I dettagli sulla vettura sono particolarmente curati e lo testimoniano le minigonne laterali su cui è impress un badge Bentley tridimensionale, appositamente sviluppato.

La Flying Spur è relativamente bassa, ha finestrini piccoli ed una linea filante che evidenziano le enormi ruote  e dettagli come i fari, lavorati da assomigliare a dei diamanti, e la luminosa “B” alata, simbolo del marchio, che fuoriesce  dal cofano anteriore quando si sbloccano le porte.

L’abitacolo è quello che ci si può aspettare da una  vettura del genere: pelle, moquette , inserti di legnami pregiati ed  inserti in metallo lucido si abbinano armonicamente al cruscotto digitale di 12,3 pollici e al  display centrale , che in opzione,  può ruotare su sé stesso mostrando così tre piccoli strumenti analogici.

Non possono mancare  gli ADAS di ultima generazione, pur se per alcuni di essi è possibile averli in opzione.

Marco Lasala

ReporTMotori TV

Newsletter