Menu

Ford veste la Polizia degli Stati Uniti

Ford fornirà veicoli per la polizia americana…

Negli Stati Uniti  i dipartimenti di polizia sono circa 12.000 ed il parco auto è composto al 50% da veicoli Ford , gli ormai famosi Police Interceptor.

Ford Police Interceptor

La prima fornitura di veicoli diretti ad equipaggiare la polizia statunitense, venne nel 1950, quando la casa dell’Ovale blu offrì una vettura appositamente studiata per le forze dell’ordine.

Successivamente, il maggior fornitore di auto per i dipartimenti di polizia divenne la Chrysler Corporation grazie ai marchi Dodge e Plymouth, fino al 1985.

Poi arrivarono la Crown Vic e la Chevy Caprice.

Ma quando le esigenze divennero diverse ecco i SUV assolvere al meglio il compito.

La Casa dell’Ovale  fornirà così alle forze dell’ordine , affiancando i veicoli già in dotazione il Police Responder Hybrid Sedan, F-150 Police Responder, Expedition SSV, F-150 SSV, il Transit PTV e SSV Plug-In Hybrid Sedan.

La novità è proprio quest’ultimo modello, indicato come Model Year 2020, che vestirà la divisa verso la fine di quest’anno.

Rispetto al modello precedente fornito di un propulsore a benzina  di 3.7 litri, la nuova versione adotterà un nuovo powertrain ibrido con trazione integrale, che secondo la Ford ridurrà i costi annuali di carburante fino a  5.700 dollari per ogni unità.

Il nuovo modello è dotato di un motore endotermico da 3.3 litri , abbinato a batterie al litio, alla trazione integrale e al cambio automatico a dieci marce .

Le auto sono dotate di particolari dispositivi come il Police Perimeter Alert, che permette di chiudere serrature e cristalli e attivare la retrocamera se i sensori percepiscono movimenti nei 270 gradi di copertura.

Con il sistema Ford Telematics è possibile localizzare in ogni momento il veicolo, controllarne il  funzionamento e  la manutenzione.

Inoltre, sono previsti i più recenti ADAS come il Pre-Collision Assist con Pedestrian Detection e il Forward Collision Warning, che sono disattivabili qualora si dovessero  compiere manovre  particolari durante gli inseguimenti.

Per offrire agli agenti la massima sicurezza la Ford ha infine condotto dei crash test aggiuntivi per collaudare la vettura a velocità superiori a quelle di omologazione, installando protezioni aggiuntive e progettando sistemi di raffreddamento, cerchi e pneumatici per poter resistere all’uso più intenso in ogni condizione.

Giuseppe Lasala

ReporTMotori TV

Newsletter