Menu

Nuova Suzuki Ignis Hybrid 2020: il SUV super compatto!

Nuova Suzuki Ignis Hybrid 2020 ha personalità!

Era il 2016 quando venne commercializzata la compatta vettura giapponese, un modello da subito si è proposta come riferimento del mercato: oggi a distanza di quattro anni la storia si ripete grazie all’arrivo della nuova Suzuki Ignis Hybrid 2020 . 

Nuova Suzuki Ignis Hybrid 2020

Mantiene un look innovativo, originale e la sua immagine di SUV ultracompatto viene accentuata da una serie di particolari estetici e tecnici, di tutto rilievo. 

Nuova Suzuki Ignis Hybrid 2020 esprime positività. 

Ha colori vivaci, una nuova griglia anteriore che ne esalta ancora di più la personalità, un nuovo paraurti che la rende più inclina all’utilizzo in off-road, un nuovo motore ad alta efficienza, ibrido, che la rende, aggiornatissima. 

Osservando il frontale, risalta subito all’occhio la caratteristica griglia anteriore a 5 elementi, con large feritoie verticali che rappresentano un chiaro richiamo agli altri modelli presenti in gamma. 

Le luci a LED rappresentano la classica firma luminosa Suzuki, nella parte bassa del frontale sul model dar 2020 debutta un skid plate che richiama la vocazione off-road della vettura. 

Immancabili i fari fendinebbia collocati alle estremità della vettura, incassati e così protetti da urti accidentali. 

Nuova Ignis Hybrid 2020 è più alta di un centimetro rispetto al modello precedente, una variazione dovuta ad un incremento dell’escursione delle sospensioni, al fine di favorire comfort e assorbimento delle asperità stradali. 

Interni ricercati sulla nuova Suzuki Ignis Hybrid 2020

Anche negli interni è presente un’attenta ricerca dei materiali così come una minuziosa cura dei particolari, con superfici nere che caratterizzano la parte inferiore della plancia ( sul modello precedente erano bianche). 

Tunnel centrale e manigile portiere presentano un look a contrasto, un tocco ulteriore di stile per una personalità indiscutibilmente accattivante. 

Gli inserti, a scelta, possono essere blu scuro o argento, a seconda della tinta carrozzeria. 

Tecnologia avanzata per la nuova Suzuki Ignis Hybrid 2020

Un nuovo motore, un aggiornamento tecnico importante, quello che contraddistingue la compatta vettura giapponese. 

Il nuovo motore adotta la tecnologia ibrida ed è siglato K12D, un quattro cilindri in linea, benzina, da 83 cavalli con una coppia massima di 107 Nm a soli 2.800 giri al minuto. 

Novità per questo SUV compatto è la presenza dell’Integrante Starter Generator, che abbina la funzione di alternatore, motorino elettrico e motore elettrico, fornendo il giusto spunto in fase di partenza e ripresa. 

L’ISG è alimentato da un pacco batterie il cui amperaggio passa, pur essendo invariato nelle dimensioni, da 3Ah a 10 Ah. 

Immancabile la presenza della tecnologia 4×4 AllGrip Auto, una innovazione questa che permette di avere a disposizione una trazione integrale intelligente sulla piccola Ignis. 

Questo sistema si compone di un giunto viscoso che trasferisce automaticamente coppia alle ruote posteriori in presenza di scarsa aderenza delle ruote anteriori, migliorando così motricità e sicurezza. 

Questo dispositivo funziona in abbinamento al mantenimento della velocità in discesa 8Hill Descent Control9 ed alla gestione intelligente della trazione (Grip Control). 

Altra grande novità è la possibilità di equipaggiare la vettura con alimentazione GPL, un optional disponibile aftermarket, firmato e collaudato dalla BRC che non comporta un decadimento della garanzia ufficiale. 

Massima sicurezza sulla nuova Suzuki Ignis Hybrid 2020

I raffinati sistemi di assistenza alla guida, raggiungono su questa vettura, il livello 2, assicurando così una protezione notevole per guidatore e passeggero. 

Presenti così i già conosciuti sistemi di sicurezza: Attentofrena, Guidadritto, Restasveglio.

Grazie alla nuova motorizzazione, la nuova Suzuki Ignis Hybrid vanta consumi decisamente ridotti.

Rispetto al precedente modello, i dati ufficiali indicano un consumo medio di 4,2 litri per 100 chilometri con 95 grammi di CO2, dati che rimarcano una riduzione dell’ordine del 10% rispetto alla precedente Ignis Ibrida e del 19% rispetto al modello con alimentazione a benzina. 

Nel ciclo urbano il risparmio di benzina arriva fino al 29% con emissioni ridotte dell’11%. 

Marco Lasala

ReporTMotori TV

Newsletter