Menu

Alfa Romeo Brera by LP Design : forme sinuose!

Alfa Romeo Brera viene svelata anche nelle forme posteriori.

LP Design , all’incirca un mese fa, aveva presentato un progetto grafico in cui si ipotizzava una futura Alfa Romeo Brera,  solo per la parte anteriore della vettura.

Alfa Romeo Brera LP Design

Oggi è stata diffusa la foto completa della vettura e quindi  la presentazione del render “ a puntate” può dirsi conclusa.

Come si presenta la parte posteriore della vettura? Bastano due parole per dare l’immagine completa:  tetto spiovente e posteriore scultoreo.

Con questi elementi ci viene rimandata la foto di un’auto che ,se  ammirata da dietro, fa già capire il suo carattere sportivo: dal piccolo spoiler integrato al tetto, al piccolo lunotto  molto inclinato, con la parte centrale a punta che confluisce sul logo della Casa di Arese.

I gruppi ottici, sottili, sono integrati nel portellone. Il paraurti, robusto, collegandosi ai passaruota, rimanda una visione più larga della vettura.

Nella parte inferiore è collocato l’ampio diffusore, di tratti sportivi, nel quale, centralmente, sono collocati i due terminali di scarico fi forma tondeggiante.

Un richiamo merita la parte restante della vettura, pur se in passato ci siamo soffermati.

Nel frontale troviamo il classico trilobo Alfa che funge anche da griglia del radiatore, ed ai lati, superiormente, i gruppi ottici al di sotto dei quali sono state collocate due grandi prese d’aria; il tutto sormontato da un cofano robusto con nervature che lo segnano per la sua lunghezza.

E robusta è la parte laterale, con passaruota bombati nei quali sono ospitati cerchi di grandi dimensioni che lasciano intravedere grandi pinze dei freni colorate di giallo.

Nella parte bassa della fiancato troviamo un simpatico “baffo” in carbonio.

Ma su un’auto del genere quale propulsore si può immaginare?

Senza dubbio il V6 biturbo da 2.9 litri,  che già è usato su altre auto della Casa.

E, se immaginassimo anche una piccola batteria per avere un sistema mild Hybrid?

Sogniamo? Si, ma con l’Alfa Romeo è possibile.

ReporTMotori TV

Newsletter