in

Una Kia K900 pepata

Tempo di lettura: < 1 minuto

Kia K900Se vuoi realizzare un auto sportiva ed efficace non devi fare altro che rivolgerti a due piloti professionisti come Mark Wilkins  e Nic Jonsson, piloti di Kia Racing ed il gioco è fatto: ecco la Kia K900, una vettura ideale per giocare in pista e divertirsi sul serio!!!

La base di partenza è la Kia K900 ( Quoris in alcuni mercati ), la cui carrozzeria è stata verniciata in grigio con inserti in carbonio, per un look aggressivo, minaccioso ma elegante.

Pinze freno rosse ad 8 pistoncini con dischi freno forati da 15 pollici con cerchi HRE RS100 da 21 pollici dalla finitura nera e pneumatici Pirelli sono il giusto condimento di un impronta a terra sicura, così come le sospensioni Eibach abbassate che contribuiscono ad una tenuta di strada straordinaria.

Ma è sotto il cofano che la Kia K900 meraviglia: monta un V8 da 5 litri che di serie eroga 425 cavalli ma che grazie all’adozione di un biturbo Garret 2871R la potenza sale a 660 cavalli !!!

Intelligente la disposizione del biturbo, visibile dal cofano motore, che non riscalda il vano motore ed elimina qualsiasi intervento estetico al cofano.

Internamente troviamo sedili in pelle scamosciata, schermi da 11 pollici anteriore e posteriore, il bagagliaio può accogliere con estrema facilità grazie alla sua nuova disposizione, tuta e casco ed anche l’apparecchiatura ProDyer, grazie alla quale è possibile asciugare l’abbigliamento dopo una intensa giornata trascorsa in pista.

Scritto da admin

Progressi per l’Aprilia nei test MotoGP

Cresce la Suzuki GSX-RR