in

Bella Formula 1 in Bahrain

Tempo di lettura: 2 minuti

Hamilton - GP BahrainIn Bahrain la Formula 1 correva il suo 900° Gran Premio.

E per festeggiare i primi dieci anni di F1 del circuito mediorientale del Bahrain si è deciso di correre in notturna.

Questa volta il dominio della Mercedes è apparso totale, con la vittoria di Hamilton e il secondo posto di Rosberg. Ma a differenza delle prime due corse, questa non è stata affatto noiosa. Terzo posto per la Force India di Perez che si prende una bella rivincita personale, visto che lo scorso anno a fine stagione ha avuto il ben servito dalla Mclaren. Al 4° Ricciardo (Red Bull) autore ancora una volta di una corsa straordinaria, 5° Hulkenberg (Force India), 6° Vettel (Red Bull), 7° Massa (Williams), 8° Bottas (Williams). Poi le due Ferrari (in  piena crisi) con Alonso 9° e Raikkonen 10°.

La Mercedes ha lasciato il via libera ai piloti regalando agli appassionati una delle gare più belle degli ultimi anni. La lotta al via, con il sorpasso di Hamilton su Rosberg, proseguita durante il primo pit stop e nel finale con sorpasso e controsorpasso. Dietro gli altri duelli con la battaglia interna tra i diversi team. In Force India Perez ha avuto la meglio su Hulkenberg. In Red Bull Ricciardo non ha avuto nessun timore a sbarazzarsi del proprio compagno di squadra, il quattro volte campione del mondo Sebastian Vettel, a cui addirittura hanno detto di lasciar strada al più giovane.

Lotta ravvicinata ancora una volta in casa Williams che si conferma competitiva. Anche stavolta Massa ha fatto meglio rispetto al compagno di squadra Bottas. Il Brasiliano è stato per buona parte della gara in terza posizione, poi è stato penalizzato dopo l’uscita della safety car, entrata in pista per il cappottamento di Gutierrez (Sauber) colpito da Maldonado (Lotus). Male le due Mclaren, dopo le buone prestazioni di inizio stagione hanno avuto problemi tecnici sia Magnussen che Button.

Di sorpassi questa volta se ne sono visti tanti, purtroppo anche ai danni della Ferrari che sembra una squadra in crisi, con poca velocità in rettifilo e poca trazione all’uscita dalle curve. Di lavoro e compiti a casa il team del Cavallino ne dovrà svolgere parecchi per cercare di risalire la china e tornare a lottare al vertice. Emblematica della grande delusione del momento in Casa Ferrari è la partenza, vista in diretta tv, del Presidente Montezemolo e di Piero Ferrari che hanno lasciato il circuito a 10 giri dalla fine. Ancora più chiare le parole di Fernando Alonso: “Non c’è niente da nascondere, non siamo veloci. C’è poco da dire, dobbiamo solo lavorare”

Scritto da admin

Per la Ferrari un GP da dimenticare!

Scorpion VX 20 Air