Menu

L’Audi RS5 Superstars debutta a Monza

Erano due le RS5 costruite da Audi Sport Italia al via della International Superstars Series: per Gianni Morbidelli nei colori Camozzi e per Johan Kristoffersson con le insegne della svedese KMS. In Gara 1 il pilota di Arvika ha finito quinto e migliore nella classifica dei giovani (oltre che uomo-Audi meglio piazzato) mentre Morbidelli ha concluso settimo. Il teen-ager tedesco Thomas Schoeffler ed il team MTM, che avranno invece la RS5 da Imola, hanno portato la sempreverde RS4 al dodicesimo posto, fermandosi poi in Gara 2, come lo svedese con la RS5. Nel pomeriggio invece ha avuto miglior sorte con la nuova vettura (tutte e due quelle presenti erano state terminate in officina poche ore prima di entrare nel Parco di Monza) il pesarese. Partito in prima fila sulla griglia invertita a metà corsa era secondo, per concludere quinto nel finale a causa di un problema di alimentazione che non gli ha permesso di siglare un podio inatteso.
In gara 1 a dispetto delle posizioni in griglia non favorevoli (Morbidelli partiva in ultima fila perché un problema elettrico aveva fermato la macchina in qualifica e Kristoffersson in settima fila) le RS5 si fanno subito largo ed alla fine del primo giro Morbidelli risale in tredicesima posizione, un gradino davanti alla RS4 di Thomas Schöffler, mentre lo svedese della KMS è in decima posizione. Il pesarese al secondo giro sale in undicesima posizione e guadagna altre due posizioni nella tornata successiva, prima dell’intervento della Safety-car che resta in pista per sgombrare la pista dai detriti conseguenti ad un’uscita di strada. Dopo tre giri in stand-by si riprende e Morbidelli non sta a guardare iniziando subito a contendere la settima posizione a Stefano Gabellini, che passa a Lesmo quando il pilota BMW ha commette un errore lasciandogli spazio per inserirsi all’interno. Morbidelli ha mantenuto la settima posizione fino al traguardo, ottenendo il suo miglior tempo al penultimo giro. Nel gruppo di testa invece dopo che la safety-car aveva ricompattato il gruppo, era riuscito ad insersi Kristofferson, che ha pressato senza posa la Maserati di Mika Salo, che ha finito per sbagliare a due giri dal termine lasciando il quinto posto allo svedese.
Il giovanissimo tedesco Thomas Schoeffler, dopo esser stato il miglior pilota Audi in griglia finendo undicesimo assoluto e secondo degli esordienti le qualifiche sulla sempreverde RS4 ha avuto una domenica meno favorevole del sabato. La trazione integrale tedesca affidata al team MTM è arrivata a sfiorare la Top10 in gara 1 prima che problemi alla trasmissione la facessero scendere al 12. posto.   In gara 2 i problemi si sono riproposti, con vibrazioni e un problema ad un pneumatico che lo inducono a fermarsi dopo cinque giri. Purtroppo ancor meno era la strada percorsa dalla RS5 di Kristofferson: subito a disagio al verde lo svedese ha concluso solo un passaggio prima del ritiro. Di tutt’altro tenore la corsa pomeridiana di Morbidelli, che parte in prima fila sulla griglia invertita con accanto la Mercedes di Nico Caldarola ed al semaforo deve cedere anche all’altra C63 di Tonio Liuzzi. Alle spalle di quest’ultimo che va al comando si scatena la lotta tra la RS5, le Mercedes di Caldarola ed Andrea Larini e la Maserati di Salo. Morbidelli gira con buoni tempi e insidia la terza posizione di Salo, finché il finlandese si gira.
E’ ormai metà corsa e di fatto Morbidelli è secondo perché davanti Larini deve fermarsi per scontare un drive-through, ma una breve safety car al nono giro ricompatta il gruppo e quando poi si torna con pista libera per i due passaggi finali Morbidelli non riesce a difendere il podio perché alle prese con problemi di alimentazione. Solo al foto-finish il pesarese cede anche la quarta posizione alla BMW di Biagi.   Coi punti di settimo e quinto posto il pilota ex-F.1 è il miglior uomo-Audi in classifica, sesto a 25punti dal vincitore di Gara 1 Massimo Pigoli. Ottavo è Kristofferson a 29 punti dalla vetta, mentre Schoeffler è diciottesimo.

ReporTMotori TV

Newsletter