in ,

WSBK 2010 – Shane Byrne quasi certo a Brno

Non dovrebbero esserci problemi per la partecipazione di Shane Byrne al nono round dell’HANNspree World Superbike Championship. Il pilota inglese, come è noto, è stato coinvolto in una caduta innescata da Leon Haslam nel corso dei test svoltisi ad Imola.
Genesio Bevilacqua, general manager dell’Althea Racing, squadra per la quale corre Byrne ha parlato con il pilota ed ha dichiarato: “I punti applicati dal servizio medico di Imola alla mano sinistra di Shane non dovrebbero essere un problema per la sua partecipazione alla gara di Brno. L’aver escluso qualsiasi frattura – era stata ipotizzato un problema al secondo metacarpo della stessa mano sinistra, ndr – ci ha tranquillizzati e sono sicuro che se i medici confermeranno il loro nullaosta, Shane sarà in grado di reagire come sanno fare tutti i piloti inglesi, notoriamente quasi insensibili al dolore. Se tutto andrà come ci auguriamo Byrne potrà puntare a migliorare il suo risultato dello scorso anno”.
Ricordiamo che l’inglese nel 2009 (sempre con una Ducati) concluse le due gare di Brno al quarto e al settimo posto.

Marco Lasala

Scritto da Marco Lasala

Credo di esser nato per comunicare la mia passione per i motori: i miei primi passi li ho mossi.. su di un kart!!! Mi sono laureato in Economia e Commercio (indirizzo Marketing), ma ho iniziato a fare il giornalista da quando avevo poco più di 20 anni, scrivendo per quotidiani nazionali e riviste estere. Oggi collaboro con diverse testate specializzate nell’universo automotive, provo auto e moto, descrivo le mie sensazioni di guida, cerco di emozionare i lettori. Sono un competitivo, amo salire sul gradino più alto del podio, sono convinto che il pericolo più grande sia frenare, piuttosto che affrontare una curva a gas aperto! Il mondo dei motori è in continua evoluzione, l’elettrificato macina chilometri, ma… nella mia mente la melodia di un V12 a 8.000 giri non svanirà mai!

Bmw 1200 GS: con Bitubo, un ulteriore tocco di agilità!

Fiat – TwinAir da 85 CV, anteprima mondiale