in ,

WSBK 2010 – Il Team Althea impegnato nei test ad Imola sperimenta nuove soluzione “elettroniche”

byrne_imolaImola, 30 giugno 2010 – Una temperatura elevata (oltre 30°) ha caratterizzato la due giorni di test svoltisi all’Autodromo Internazionale “Enzo e Dino Ferrari”, alla quale ha partecipato Althea Racing, uno dei due team privati che hanno affiancato i sette ufficiali.
Carlos Checa aveva in programma di provare alcuni particolari tecnici nuovi in vista di un utilizzo in una delle prossime gare. Centodiciotto sono stati i giri coperti dallo spagnolo che non ha utilizzato, al contrario dei piloti “ufficiali” le nuove coperture portate a Imola dalla Pirelli. Carlos si è migliorato costantemente nelle quattro sessioni su cui si sono articolati i test. Al termine delle due giornate Checa era titolare del sesto tempo assoluto.
Nemmeno Shane Byrne ha potuto utilizzare i nuovi pneumatici Pirelli per coprire i 97 giri totalizzati nelle due giornate. L’inglese ha realizzato il suo miglior tempo nell’ultima sessione, andando ad occupare la nona posizione finale. Proprio nel corso dell’ultima sessione, Byrne mentre effettuava il suo giro di lancio, veniva violentemente colpito da Leon Haslam (presumibilmente vittima di un problema meccanico). Shane finiva violentemente a terra e riportava un profondo taglio alla mano sinistra.
Genesio Bevilacqua, General Manager di Althea Racing ha dichiarato: “Abbiamo provato qualcosa di nuovo che ci servirà come scorta per le prossime gare. Approfittando di queste due giornate di test abbiamo fornito a Carlos alcune soluzioni (elettronica) che sono state valutate dallo spagnolo. Dispiace per quello che è accaduto a Shane ma ci auguriamo che non abbia impedimenti per Brno. Un inglese come lui sarà sicuramente capace di reagire con grinta, anche considerando il risultato che riuscì ad ottenere lo scorso anno”.
Ora il team Althea Racing, dopo aver partecipato nel prossimo week end alla prova del CIV, si dirigerà verso Brno per la disputa della nona prova del Mondiale Superbike.

I TEMPI ASSOLUTI:
1. C. Crutchlow (Yamaha) 1’47″478 – 2. M. Fabrizio (Ducati) 1’47″854 – 3. L. Haslam (Suzuki)
1’47″966 – 4. J. Rea (Honda) 1’47″990 – 5. N. Haga (Ducati) 1’48″096 – 6. C. Checa (Ducati)
1’48″147 – 7. R. Xaus (BMW) 1’48″329 – 8. S. Byrne (Ducati) 1’48″666.

Marco Lasala

Scritto da Marco Lasala

Credo di esser nato per comunicare la mia passione per i motori: i miei primi passi li ho mossi.. su di un kart!!! Mi sono laureato in Economia e Commercio (indirizzo Marketing), ma ho iniziato a fare il giornalista da quando avevo poco più di 20 anni, scrivendo per quotidiani nazionali e riviste estere. Oggi collaboro con diverse testate specializzate nell’universo automotive, provo auto e moto, descrivo le mie sensazioni di guida, cerco di emozionare i lettori. Sono un competitivo, amo salire sul gradino più alto del podio, sono convinto che il pericolo più grande sia frenare, piuttosto che affrontare una curva a gas aperto! Il mondo dei motori è in continua evoluzione, l’elettrificato macina chilometri, ma… nella mia mente la melodia di un V12 a 8.000 giri non svanirà mai!

WSBK 2010 – Cal Crutchlow (Yamaha Sterilgarda) chiude i test di Imola con un record

MotoGP 2010 – Stoner prova a ripetersi a Montmelò