Menu

Jaguar E-Type – In vendita uno splendido esemplare

La Jaguar E-Type, conosciuta anche come XK-E o anche XKE , fu prodotta dalla Jaguar dal 1961 al 1975.

La Jaguar E-Type fu una vettura rivoluzionaria per la progettazione, le caratteristiche di guida e l’estetica.

In effetti era in anticipo sui tempi.

Nei 14 anni nei quali rimase in produzione, la bellissima Jaguar E-Type è stata prodotta in 70 mila esemplari .

Nel 2004 la rivista statunitense Sports Cars International la mise al primo posto tra le Top Sport Cars degli anni Sessanta.

Jaguar E-Type

Dal 1996 una E Type OTS prima serie, è entrata a far parte della collezione permanente del New York City Museum of Modern Art,  riconoscimento questo concesso solo a 6 auto mai prodotte in serie.

Un esemplare del 1961 è ora in vendita  ad un prezzo di circa 240 mila euro, dopo aver percorso 96.883 km.

Interessante è ripercorrere la vita di questa intrigante Jaguar E-Type

Uscita dallo stabilimento di produzione su spedita al concessionario Jaguar di New York prima di essere acquistata dal suo primo proprietario, che la portò in Ohio poco dopo.

Lì è rimasta per 45 anni ricevendo il suo primo restauro.

Nel 2015 con la colorazione Carmen Red fu venduta a Fort Lauderdale e successivamente fu acquistata dalla Tomini Classics di Dubai, che ha eseguito un intervento radicale, applicando la colorazione Opalescent Gunmetal , ripristinando gli interni in pelle rossa, oltre a montare il servosterzo ed un nuovo radiatore in alluminio.

Dopo questo nuovo intervento  la E-Type  è stata venduta ad un collezionista danese.

Nel suo cofano la Jaguar E-Type ha un sei cilindri in linea da 3,8 litri che è stato dichiarato in condizioni eccellenti.

Il venditore ha avuto modo di affermare  che la questa E-Type assicurerà al suo prossimo proprietario “una perfetta combinazione di prestazioni classiche abbinate a piccoli aggiornamenti moderni per un’esperienza di guida affidabile”.

Un mito indelebile, una delle più belle auto prodotte in serie mai realizzate, per questa immortale inglese si prevede un futuro sempre più gratificante.

Marco Lasala

ReporTMotori TV

Newsletter