Menu

BMW M4 Cabrio – Base o Competition ?

BMW M4 Cabrio è stata sorpresa durante i suoi test sul circuito dell’Inferno Verde, con una livrea arancione abbastanza particolare.

A parte il colore della carrozzeria  ed una mimetizzazione ridotta, la BMW M4 Cabrio ad un primo sguardo sembra non aver subito consistenti modifiche.

BMW M4 Cabrio 2021

Nella parte frontale è sempre presente l’enorme griglia a doppio rene, con grandi prese d’aria sui lati, le minigonne laterali sono sempre prominenti, così come sono estesi i parafanghi.

BMW M4 Cabrio sarà offerta in due varianti?

Sull’orlo del bagagliaio è presente un piccolo spoiler con la luce dello stop integrata e nella parte posteriore il diffusore  ingloba i quattro termina di scarico, rotondi.

Rispetto alla coupè attualmente  in circolazione che presenta un tettuccio  in metallo pieghevole, la vettura sorpresa durante i test ha la capote in tela, che in effetti dovrebbe portare ad una diminuzione di peso e ad un baricentro più basso.

Ed ancora rispetto al modello attualmente in circolazione, il telaio e lo sterzo sono stati rinforzati, così come i freni, ora più grandi.

La vettura presumibilmente sarà offerta in due allestimenti divergenti tra loro per la potenza offerta.

Il cuore della vettura è costituito dall’ormai noto sei cilindri biturbo di 3 litri  che sulla M4 si attesta sui 480 CV per 550 Nm di coppia, mentre sulla M4 Competition si arriva fino a 510 CV e 650 Nm di coppia.

L ‘M4 Coupé viene proposta in con un cambio manuale a sei marce, che permette alla vettura di scattare da 0 a 100 km/h in 4,2 secondi e da 0 a 200 km/h in 13,7 secondi.

Per la più “cattiva”  Competition, invece, è disponibile un automatico a doppia frizione e otto rapporti che permette al modello di raggiungere i 100 km/h con partenza da fermo in 3,9 secondi e i 200 km/h in 12,5 secondi.

Ad oggi non è dato sapere della data di presentazione di questa interessante BMW !!!

Probabile che la nuova M4 cabrio possa essere presentata nei primi mesi del 2021, come  Model Year 2021.

.

 

Marco Lasala

ReporTMotori TV

Newsletter