Menu

AMG SL 63 la cabrio che non ti aspetti!

AMG SL 63 è una cabrio ad altissime prestazioni!

Avrà il difficile compito di sostituire, almeno in listino, la GT Cabrio, perché la AMG SL 63 non avrà eguali, in termini di classe, prestazioni e posizionamento.

AMG SL 63

Un look che non passa inosservato, una linea scolpita dal vento, un motore, rigorosamente turbocompresso che avrà il compito di scatenare una cavalleria, fuori dal comune.

Riprenderà ovviamente le linee della sorella urbana, ma di fatto ne enfatizzerà performance e grinta!

La futura AMG SL 63 sarà esclusiva e non solo!

Nuovo look, nuovi terminali di scarico, due per lato, quattro in totale, grossi e rettangolari, inediti cerchi a 5 razze sdoppiate, nuovi gruppi ottici full LED.

Tobias Moers CEO AMG ha già confermato.

“Stiamo riportando il DNA storico della SL.
È molto più sportivo rispetto al modello precedente, sarà un perfetto compromesso tra dinamica di guida e comfort, perché è anche una sorta di auto confortevole ma ad altissime prestazioni.
La nuova piattaforma ci ha dato più libertà, C’è più distanza tra l’asse anteriore e il parafiamma anteriore. Questo gli conferisce proporzioni più tradizionali”.

La futura AMG SL 63 non sarà l’unica sportiva in gamma!

Potrebbero seguire altre varianti, ibride, come la SL 450 EQ Boost, la SL 53, la SL 500 e persino la SL 63 S

Tutte motorizzazioni spinte da un V8 o al massimo un V6 accompagnato da un’unità ibrida, tutte varianti che baseranno il loro posizionamento ed appeal sulle prestazioni, elevatissime.

La SL e la GT condivideranno sospensioni, sterzo, architettura motoristica, elettronica ed unità ibride a 48 V.

Si suppone che la 63 S possa abbondantemente superare i 600 cavalli di potenza massima, del resto oramai, la concorrenza viaggia su livelli di cavalleria pazzeschi, dunque, è ora di tirare fuori gli artigli e dimostrare come una AMG elegante e sportiva, possa riprendere nuovamente il suo ruolo da protagonista del segmento.

La concorrenza è avvisata, Porsche, Audi ed Aston Martin

Marco Lasala

ReporTMotori TV

Newsletter