Menu

Opel Astra 2021 nascerà sulla piattaforma EMP2

Opel Astra 2021 dovrebbe concretizzarsi sul mercato il prossimo anno .

Sarà realizzata sulla piattaforma del gruppo PSA, nota come EMP2, la nuova Opel Astra 2021 darà vita alla sesta generazione e  sarà  prodotta  nello  stabilimento tedesco di Rüsselsheim.

Le immagini della nuova vettura che sono state catturate in rete, ci svelano il design che nel frontale si avvicinerà di molto alla neonata Opel Mokka, mentre il posteriore riprende lo stile della nuova Opel Corsa.

L’auto sarà abbastanza compatta con una lunghezza che si aggirerà sui 4,40 mt .

Le motorizzazioni, prevedibilmente, si baseranno sul 1.2 Puretech a benzina con differenti potenze comprese fra i 101 ed i 155 CV.

La nuova Opel Astra 2021 si baserà sulla piattaforma della Peugeot 308

A queste, si affiancheranno almeno due varianti ibride ricaricabili abbinando il 1.6 Puretech a motorizzazioni elettriche per poter offrire da 180 ai 225 CV.

Alle versioni a benzina si affiancheranno anche le versioni a gasolio con l’utilizzazione del 1.5 BlueHDi con versioni che si avvarranno di potenze comprese fra 101 e 131 CV.

A questo propulsore potrebbe anche essere affiancato il 2.0 BlueHDi capace di sviluppare una potenza di 177 CV. In forse potrebbe essere la versione sportiva OPC, che, se realizzata, potrebbe avere la stessa motorizzazione della nuova Peugeot 308 PSE.

Prevista anche una versione OPC per la nuova Opel Astra 2021

Sarebbe questa una sportiva con oltre 300 CV, la nuova Astra 2021 avrà molti elementi in comune con la Peugeot 308 oltre alle motorizzazioni,  con strumentazione digitale, tanta tecnologia e tanti sistemi di assistenza alla guida di secondo livello.

In un momento successivo al lancio è attesa anche la versione station wagon per completare così la gamma e far si che la nuova Opel Astra 2021 ripeta il successo delle versioni precedenti, che la hanno portato ad essere una delle auto più vendute nel proprio segmento di mercato.

Un futuro che ci riserverà non poche sorprese e novità dopo un periodo di stasi durato diversi mesi…

Giuseppe Lasala
redazione@reportmotori.it

 

Marco Lasala

ReporTMotori TV

Newsletter