in ,

Mercedes-Benz C111 : il wankel sperimentale!

Mercedes-Benz C111 – II è un laboratorio viaggiante!

Mercedes-Benz C111 – II è una vettura sperimentale presentata dalla Mercedes nel 1970 con il preciso obiettivo di essere un laboratorio mobile per sviluppare il motore Wankel ed altre tecnologie innovative.

Mercedes-Benz C111

Questa vettura, che potremmo definire seconda versione, derivava dalla prima, proposta nel 1969 con propulsore centrale Wankel a tre rotori.

La seconda versione, che, appunto è quella di cui parliamo, portava in dote un propulsore a quattro rotori, con cilindrata di 2.4 cc, che erogava una potenza di 350 cv  a 7000 giri/min e capace di raggiungere una velocità di 290 km/h.

Il propulsore era abbinato ad un cambio ZF a 5 rapporti, con trazione posteriore.

L’auto è un coupè a due posti, con telaio a pianale rinforzato, con sospensioni  a trapezi  oscillanti anteriormente  mentre posteriormente erano bracci trasversali e puntoni longitudinali; gli  ammortizzatori erano idraulici e freni a disco autoventilanti.

Le forme della vettura erano futuristiche: l’altezza era di appena 1,12 mt, l’apertura delle portiere ad ala di gabbian, la carrozzeria in fibra di carbonio.

Ma non si deve pensare che l’attenzione della Mercedes fosse rivolta solo al propulsore e all’estetica: l’abitacolo assicurava ampia abitabilità ed una valida funzionalità anche al possibile uso quotidiano, perché la Mercedes poteva offrire per i bagagli una valigia grande e due piccole per lo spazio a disposizione sull’auto.

Al suo apparire, l’auto fu subito desiderabile, ma, nonostante a Stoccarda arrivassero richieste dei tanti appassionati di auto sportive, soprattutto della stella a tre punte, venne ben presto dichiarato che l’auto era solo un’auto da sperimentazione e non destinata alla commercializzazione.

Marco Lasala

Scritto da Marco Lasala

Credo di esser nato per comunicare la mia passione per i motori: i miei primi passi li ho mossi.. su di un kart!!! Mi sono laureato in Economia e Commercio (indirizzo Marketing), ma ho iniziato a fare il giornalista da quando avevo poco più di 20 anni, scrivendo per quotidiani nazionali e riviste estere. Oggi collaboro con diverse testate specializzate nell’universo automotive, provo auto e moto, descrivo le mie sensazioni di guida, cerco di emozionare i lettori. Sono un competitivo, amo salire sul gradino più alto del podio, sono convinto che il pericolo più grande sia frenare, piuttosto che affrontare una curva a gas aperto! Il mondo dei motori è in continua evoluzione, l’elettrificato macina chilometri, ma… nella mia mente la melodia di un V12 a 8.000 giri non svanirà mai!

Alpine A110 Color Edition 2020

Alpine A110 Color Edition 2020: che stile!

Alfa Romeo 8C rendering

Alfa Romeo 8C rendering: il sogno continua!