Menu

Arriva in Italia la sesta generazione del Mitsubishi L200

Mitsubishi L200 2020

Arriva in Italia il nuovo Mitsubishi L200 , un pickup che giunge così alla sua sesta generazione. 

Sono passati 40 anni dal primo pickup da 1 tonnellata, dopo oltre 4,7 milioni di esemplari venduti in tutto il mondo, si annoverano ancora 416.000 Mitsubishi L200 in funzione in tutta Europa. 

Nelle vendite globali del marchio giapponese, questo pickup è secondo in classifica, esattamente come Outlander ed ASX. 

Tante le novità di questo nuovo ed accattivante modello, a cominciare dal sistema di trazione Super Select 4WD II ,  arricchito dalla modalità Off Road e dall’ Hill Descent Control .

ll nuovo Mitsubishi L200 2020 arriva da questo mese, negli showroom europei pronto per la commercializzazione. 

Un successo planetario
Uno dei pickup più amati, un mezzo che per via della sua resistenza e durata è molto apprezzato oltre continenti, ad esempio in Indonesia, L200 detiene una quota del 60% del mercato dei mezzi specialistici.

Un apprezzamento dovuto alla sua resistenza ai carichi pesanti, alle alte e basse temperature, alla capacità di affrontare terreni accidentati. 

Nella sua continua evoluzione, Mitsubishi ha tenuto saldi alcuni principi che hanno portato nel tempo al successo costante del nuovo L200 .

Sulla sesta generazione così ritroviamo alcuni highlights vincenti.

Rinnovata completamente nel design, ora il principio  del “ Rock Solid ” è chiaramente evidente osservando la sua carrozzeria muscolosa, internamente l’abitacolo ed i sedili mostrano una maggior cura nella realizzazione, il sistema 4wd viene aggiornato con l’introduzione della modalità Off Road e con l’Hill Descent Control.

Il nuovo motore Diesel dalla cilindrata di 2,2 litri è conforme alla normativa Euro 6d-temp e vanta una trasmissione manuale a 6 rapporti. 

Migliorato anche telaio, sospensioni e freni, il tutto in virtù di un maggior comfort di guida. 

Novità anche per il capitolo sicurezza, grazie all’introduzione dello Blind Spot Assist con funzione Lane Change , del Rear Cross Traffic Alert , del Forward Collision Mitigation e dell’Ultrasonic Misacceleration Mitigation, quest’ultimo scongiura incidenti dovuti ad una eccessiva velocità. 

Non un semplice facelift ma un profondo rinnovamento quello che ha coinvolto il nuovo Mitsubishi L200  grazie anche ad una carrozzeria che presenta nuove parti stampate in metallo sia per l’anteriore che per la struttura della cabina. 

Una presa d’aria è stata inserita tra la cabina ed il pianale per favorire il passaggio del flussi d’aria al fine di una netta riduzione dei fruscii aerodinamici; a tal proposito anche gli specchi retrovisori sono stati riprospettati. 

Il netto cambiamento con il passato è evidente anche osservando il design del pickup giapponese: nel frontale è evidente la firma propria del marchio, il Dynamic Shield , così come l’abbinamento tra il cofano motore ricco di curve e giochi di luce ed i parafanghi muscolosi danno ancora di più la sensazione di avere al cospetto un veicolo solido… come una roccia. 

Il cofano motore è stato rialzato di 40 millimetri, la calandra ora è più stretta e nella parte inferiore sono presenti prese d’aria più aperte e squadrate. 

Le luci secondaria sono state spostate al centro, così come la nuova collocazione dei fendinebbia favorisce una migliore visibilità su entrambi i lati. 

Immancabili i getti lavafari così come le luci Full LED anteriori e posteriori. 

Trazione integrale e stile
Cerchi da 18 pollici, angolo di uscita pari a 22 gradi angolo di attacco 24, numeri che lasciano chiaramente intendere lo spirito off-road di questo avveniristico mezzo. 

Arrivano per l’occasione quattro nuove colorazioni: Graphite Gray metallizzato, Sunflare Orange Perlato, Red Solid e White Diamond.

Lungo oltre 5 metri ( nel modello Double Cab raggiunge i 5,225 mt ) ha un peso contenuto ( 1895 – 2035 kg ), ed un angolo di sterzata pari a 5,9 m. 

Cuore del nuovo pickup di casa Mitsubishi è il suo sistema di trazione integrale, originariamente messo a punto per la Pajero ed oggi parte integrante di questo incredibile mezzo. 

E’ possibile passate dalle 2 alle 4 ruote motrici anche in movimento fino ad una velocità massima di 100 km/h, indipendentemente dal tipo di percorso affrontato. 

La presenza delle marce ridotte e la possibili di bloccare il differenziale posteriore assicura prestazioni elevante anche in off-road grazie ad una perfetta manovrabilità anche in situazioni estreme. 

La modalità Off Road prevede quattro modalità di guida: ghiaia, fango/neve, sabbia e roccia. 

La presenza dell’Hill Descent Control mantiene costante la velocità del veicolo in discesa ( dai 2 ai 20 km/h in presenza del cambio automatico, 3 – 20 km/h cambio manuale). 

Cilindrata ridotta
A spingere il rinnovato L200 ci pensa un motore appartenente alla famiglia MMC 4N1 dotato di iniezione diretta, doppio albero a camme interamente in allumino, distribuzione 16 valvole. 

Un quattro cilindri Diesel dotato di fasatura variabile, il primo al mondo a poter vantare, con questa combustione, una simile tecnologia. 

La presenza della rasatura variabile ha permesso non solo una netta diminuzione dei consumi ma anche delle emissioni: l’ omologazione Euro 6d-temp ha comportato non solo un downsizing rispetto al modello precedente ( da 2,5 a 2,2 litri) ma anche l’installazione di un sistema di depurazione dei gas di scarico (SCR ) che utilizza iniezione AdBlue per ridurre il livello di NOx. 

La potenza massima è di 110 kW a 3.500 giri con una coppia massima pari a 400 Nm a 2.000 giri al minuto.

Marco Lasala
marco.lasala@reportmotori.it 

ReporTMotori TV

Newsletter