in ,

Ad Hockenheim vince Verstappen, disastro Mercedes

Tempo di lettura: 5 minuti

Verstappen Hockenheim

Il Gp di Germania di F1 non voleva finire più, un gran premio quello di Hockenheim ricco di colpi di scena.

Una delle gare più belle e rocambolesche della storia si chiude quella di Hockenheim con la vittoria di Verstappen, un incredibile secondo posto di Vettel, partito dall’ultima posizione e terzo sul gradino del podio, il russo Kvyat con la Toro Rosso che festeggia così la nascita, questa notte, della sua primogenita, Penelope.

Disastro per le due Mercedes di Hamilton e Bottas che si è ritirato dopo essere andato sulle barriere e per la Ferrari di Leclerc autore di un errore che lui stesso, onestamente, ha ammesso.

Verstappen si conferma un vero mastino e tra i più talentuosi di questo sport.

Per Vettel ci voleva un risultato come questo, proprio nella gara di casa che tante amarezze ha dato dallo scorso anno e fino a ieri nelle qualifiche. Mercedes in grande difficoltà con le difficili condizioni meteo e i molti errori dei due piloti.

Dopo un po’ di giri dietro la safety car per via dell’asfalto bagnato, la gara prende normalmente il via dalla griglia di partenza e da fermi.

1° giro  di 64  Partenza regolare per Hamilton, disastro per Verstappen, buona per Bottas e super per Raikkonen  che passa in terza posizione, c’è moltissima acqua in pista.  Leclerc ha recuperato quattro posizioni ed è sesto.

2° giro testacoda di Perez che costringe all’ingresso della safety car. Subito Vettel ai box che monta le intermedie.

4 giro, si fermano le due Mercedes di Hamilton e Bottas, ai box anche Leclerc. Un po’ tutti si sono fermati ai box per il cambio gomme.

5° giro  Via la safety car si riprende con Hamilton, Bottas, Verstappen, Magnussen.

Leclerc in lotta con Magnussen e Hulkenberg per la quarta posizione.

Vettel recupera giro dopo giro, si porta in ottava posizione dietro Raikkonen.

Raikkonen in battaglia con Magnussen, si prende la  sesta posizione. Leclerc è sotto investigazione per non aver dato strada a Grosjean ai box.

giro Hamilton  il più veloce in pista, poi Bottas, Verstappen e subito dietro Leclerc, Hulkenberg, Raikkonen e Vettel al settimo posto.

12° Spettacolare sbandata controllata di Leclerc che riesce a tenere la vettura in pista e a proseguire normalmente.

13° Continua a piovere con poca intensità e i team preferiscono non cambiare gomme, lasciando le intermedie.

14° un nastro volante sulla SF90 di Lecler. I giudici hanno deciso di multare la Ferrari e di non penalizzare Leclerc per l’episodio ai box con Grosjean.

15° Esplode il motore della Renault di Ricciardo. C’è la virtual safety car.

16° Leclerc ai box per la sostituzione delle gomme, mantiene la posizione su Hulkenberg, ma ha perso secondi per l’avvitamento di un dado su una gomma.

17° Hamilton, Bottas, Verstappen attacca il finlandese e si intraversa. Leclerc guadagna tre secondi su Verstappen e sulle due Mercedes.

18° Leclerc più veloce in pista. Lotta tra Hulkenberg e Raikkonen

19° Leclerc, quarto, guadagna due secondi sulle due Mercedes. Carlos Sainz va in testacoda al motodrome ma riesce a riprendere la pista.

20° Il ferrarista si trova a dodici secondi da Hamilton. Vettel adesso ha le gomme al limite.

22° Piove in pitlane, ritirati fino a questo momento Ricciardo (Renault) e Perez (Racing Point).

23° Magnussen è il primo a montare le slick ma ricomincia a piovere. Verstappen è dietro gli scarichi della Mercedes di Bottas.

24° Gomme slick per Vettel che si ferma ai box, esce in undicesima posizione.

25° Momento cruciale della gara. Torna la pioggia.

26° Verstappen entra ai box e monta la gomma gialla.

27° Gomme gialle per Bottas. Testacoda a 360° per Verstappen. Lando Norris out con la Mclaren.

28° Anche Leclerc entra ai box e monta le gomme rosse, rientra davanti a Bottas e Verstappen guadagnando due posizioni, ora si trova secondo dietro ad Hamilton.

29° Lclerc a muro, disperato dopo il suo crash. Finisce così la sua gara.

30° A muro anche Hamilton che rientra ai box, i meccanici devono cambiare gomme e si perde tanto tempo anche per cambiare il musetto rovinato. Anche Bottas rientra ai box.

31° Safety car di nuovo in pista. Verstappen primo, secondo Hulkenberg, Bottas, Albon (Toro Rosso), Hamilton, Sainz, Raikkonen, Vettel, Gasly, Giovinazzi.

32° Investigazione su Hamilton per l’ingresso ai box anomalo dopo il botto sulle barriere.

33° Ancora safety car che si appresta a lasciare la pista. Verstappen, Hulkenberg, Bottas. Riprende la gara.

34° 5 secondi di penalità per Hamilton.

36° Nuova investigazione per Hamilton che ha girato troppo lentamente quando c’era la safety car.

39° Verstappen allunga su Bottas, poi Hamilton che ha superato anche Hulkenberg, Albon, Sainz, Raikkonen, Vettel che continua a soffrire con la sua SF90.

40° lungo di Raikkonen che lascia la posizione a Vettel.

42° Anche Hulkenberg finisce a muro e porta in pista di nuovo la safety car. Verstappen reagisce, cambia le gomme e resta davanti.  Anche Vettel ai box. Meccanici Ferrari lenti nelle operazioni di cambio gomma.  Rientra in decima posizione.

43° Vanno a muro nello stesso punto. Prima Leclerc, poi Hamilton, Raikkonen e Hulkenberg che stava facendo la sua migliore gara dell’anno.

46° Riprende la corsa Verstappen, Bottas, Hamilton, Albon, Sainz, Gasly, Raikkonen.

47° Hamilton in testa, lotta in pista tra Vettel e Raikkonen che rintrano ai box come Hamilton.

48° Sta accadendo un po’ di tutto in pista, Hamilton ha scontato la penalità e si trova in dodicesima posizione.

49° Primo Verstappen, secondo Stroll, Kvyat, Bottas, Sainz, Magnussen, Albon.

51° Lotta per il secondo posto tra Stroll e Kvyat che riesce a superarlo.

52° Giro più veloce di Vettel che si trova in settima posizione dietro ad Albon.

53° Ancora una volta un testacoda di Hamilton.

54° Vettel supera Albon e si trova in sesta posizione e tenta di andare a prendere Sainz e il podio.  Hamilton ancora ai box per un cambio gomme.

55° Vettel il più veloce in pista ora che è quasi asciutta.

56° Bottas dietro a Stroll in lotta per la seconda posizione. Dietro arriva Vettel su Sainz. Ancora uno scontro tra le due Haas.

57° Incredibile botto di Bottas che va muro. Hamilton ancora una sosta ai box. Non si contano più le volte in cui è entrato per il cambio gomme.

59° Safety car in pista per permettere la lenta rimozione della Mercedes di Bottas.

60° Via la safety car. Vettel supera Sainz che ora mira a Kvyat e Stroll.

62° Verstappen, Kvyat, Vettel supera Stroll e ora ha davanti Kvyat.

63° Vettel attacca e supera Kvyat, ora si trova in seconda posizione dietro a Verstappen.

64° ultimo giro per Verstappen che vince, secondo uno straordinario Vettel che da ultimo arriva secondo, poi Kvyat, Stroll, Sainz, Albon, Raikkonen, Giovinazzi, Grosjean, Magnussen.

Il commento a caldo dei primi tre:

Verstappen: “Una gara complicata. Ho fatto un 360° ma sono riuscito a rientrare in pista. Sono contento di tutta la prestazione di oggi”.

Vettel: “Dal ventesimo al 2° posto sono davvero felice. C’è voluto un po’ di tempo per prendere il ritmo con le intermedie. Congratulazioni a Max. Dopo la safety car ho capito che ero abbastanza veloce, sono stato cauto alla prima curva e poi è andata bene”.

Kvyat: “E’ stupendo tornare sul podio. Sono davvero contento per me e la Toro Rosso”.

Carlo Antonio Rallo
redazione@reportmotori.it 

Scritto da admin

Mick Schumacher

Mick Schumacher in pista con la Ferrari F2004

Oltre 300 km/h per la nuova Lotus Evora GT 2020