Menu

Nuova Mercedes-Benz GLC con sistema MBUX

Nuova Mercedes-Benz GLC

Nuova, nell’estetica e contenuti, la Mercedes-Benz GLC Model Year 2019 , un SUV dalle dimensioni compatte ma dalla tecnologia da ammiraglia. 

La principale novità del Model Year 2019 della Mercedes-Benz GLC è l’introduzione dell’ MBUX . 

Gli aggiornamenti stilistici consistono nei nuovi fari ridisegnati, nella mascherina radiatore pronunciata e nell’adozione di elementi cromati.

La presenza del sistema Multimediale MBUX (Mercedes-Benz User Experience ) consente varie opzioni di comando e di assistenza alla guida. 

Nuovo è anche il sistema di assistenza per manovra al rimorchio durante la retromarcia. 

A partire dalla metà del 2019 saranno disponibili nuove motorizzazioni benzina e diesel più potenti ed efficienti. 

La nuova Mercedes-Benz GLC adotta i motori a quattro cilindri benzina e diesel di ultima generazione.

Il quattro cilindri M 264 Mercedes-Benz da due litri si caratterizza in particolare per la maggiore potenza e i consumi nettamente inferiori.

A bordo di GLC 200 e GLC 300 il quattro cilindri M 264 sostituisce il precedente M 274, e il quattro cilindri diesel OM 654 il precedente OM 651.

I motori di nuova generazione hanno un ruolo importante nella riduzione della CO2  e rappresentano un’evoluzione sistematica nell’abbattimento dei consumi.

I principali elementi tecnologici sono il sistema di fasatura variabile delle valvole CAMTRONIC .

Questa tecnologia permette all’impianto di scarico di scaldarsi senza far aumentare il consumo, il turbocompressore a gas di scarico twin scroll e il sistema a 48 V con alternatore-starter con trasmissione a cinghia.

In particolare la combinazione tra rete di bordo a 48 V e alternatore-starter con trasmissione a cinghia permette di aumentare l’agilità e migliorare il comfort, riducendo di netto il consumo di carburante.

Il quattro cilindri diesel OM 654 è stato concepito nella prospettiva di ridurre ulteriormente consumi, emissioni e costi di esercizio, nonché di migliorare la potenza.

Per un’efficace riduzione delle emissioni, i principali componenti del post-trattamento dei gas di scarico sono installati direttamente sul motore.

Diverse misure di isolamento termico, rivestimenti perfezionati e tecnologia SCR (Selective Catalytic Reduction) contribuiscono a un’ulteriore riduzione delle emissioni.

Per ridurre ulteriormente le emissioni di ossido d’azoto ai carichi elevati, l’OM 654 dispone di un ulteriore catalizzatore SCR nel sottoscocca.

Questo permette di rispettare già oggi i requisiti RDE (Real Drive Emissions).

Il quattro cilindri diesel OM 654 è abbinato alla trazione integrale 4MATIC e al cambio automatico 9G-TRONIC, che agevola uno stile di guida dinamico ma anche attento ai consumi.

ReporTMotori TV

Newsletter