in ,

Grinta e potenza da vendere per la Mercedes-AMG G63

 Mercedes-AMG G63 Ha grinta e carattere da vendere la nuova Mercedes-AMG G63 : il suo aspetto è decisamente unico ed il suo cuore, particolarmente potente!

Complice un corpo fatto di linee decise e squadrate, con proiettori tondi, cerniere portiere esterne e passaruota muscolosi, la Mercedes-AMG G63 è immediatamente riconoscibile.

La ruota di scorta è stata spostata all’esterno sulla portiera posteriore con copertura in acciaio inossidabile e stella Mercedes tridimensionale.

Il frontale della nuova G63 è caratterizzato da una griglia radiatore specifica AMG e dal paraurti AMG con ampie prese d’aria laterali e finiture in argento opaco.

I fari, gli indicatori di direzione e le luci posteriori sono di serie dotate di tecnologia LED High Performance. Questa illuminazione consuma meno energia e ha una durata di vita particolarmente lunga.

I fari a LED MULTIBEAM sono opzional.

Il motore V8 biturbo AMG da 4,0 litri sostituisce anche il precedente motore V8 biturbo da 5,5 litri della Mercedes-AMG G63 : questo propulsore genera una potenza massima di 430 kW (585 CV) e offre una coppia massima di 850 Nm.

Un motore che si rivela perfetto per la nuova Mercedes-AMG G63 perché offre una coppia enorme, disponibile su un’ampia gamma di giri ( tra i 2.500 e 3.500 giri / min ).

La potente Classe G firmata AMG impiega 4,5 secondi nello 0-100 km/, per poi fermare la sua corsa a 220 km/h (240 se presente pacchetto performance) .

I due turbocompressori non sono posizionati all’esterno dei banchi dei cilindri, ma all’interno del cilindro a “V” con un vantaggio consistente non solo per il design del motore, ora compatto, ma anche in termini di risposta dei turbocompressori con basse emissioni di scarico grazie al flusso d’aria ottimale dei catalizzatori posizionati a ridosso del motore.

L’otto cilindri eroga la sua potenza con una coppia motrice distribuita lungo un arco di giri ampio, combinando così prestazioni e massima efficienza.  Due turbocompressori twinscroll sono utilizzati per una risposta ottimale.  

Altre caratteristiche del motore della nuova Mercedes-AMG G63 sono i pistoni modificati, intercooler ottimizzato e numerosi aggiornamenti software.

L’iniezione diretta con iniettori piezoelettrici, il basamento interamente in alluminio, la distribuzione quattro valvole per cilindro con rasatura variabile dell’albero a camme, la funzione start / stop ECO, sono solo alcune delle peculiarità di questo moderno propulsore.

Sistema di disattivazione cilindro AMG Cylinder Management
Per una maggiore efficienza, Mercedes-AMG ha dotato il motore V8 della G63 con il sistema di disattivazione del cilindro AMG Cylinder Management. In caso di velocità costante o gas parziale, i cilindri 2, 3, 5 e 8 sono disattivati, il che riduce significativamente il consumo di carburante.

Quando il conducente seleziona la modalità di guida “Comfort”, il sistema di disattivazione dei cilindri è disponibile nell’ampio campo di regime del motore tra i 1000 ed i 3250 giri / min.

Il menu principale AMG sul quadro strumenti informa il conducente se il sistema di disattivazione dei cilindri è in uso e se il motore è attualmente in funzione nell’intervallo parziale o a pieno carico. Il passaggio da quattro a otto cilindri è rapido e impercettibile, in modo che i passeggeri non subiscano alcuna perdita di comfort.

Trasmissione AMG SPEEDSHIFT TCT 9G
La trasmissione AMG SPEEDSHIFT TCT 9G viene utilizzata per la nuova Mercedes-AMG G63 , un cambio ha un software specifico per questo modello, in modo da ottenere tempi di cambiata sensibilmente ridotti. La funzione di downshift multiplo consente di scalare più marce, mentre la funzione di doppio disinnesto nelle modalità di trasmissione “Sport” e “Sport Plus” rende l’esperienza di guida ancora più emozionante. La gestione del motore assume così cambi di marcia ancora più rapidi.

L’ampio rapporto di trasmissione consente di scegliere un’esperienza di guida molto sportiva o molto confortevole ed efficiente. In tutte le modalità di guida, la Mercedes-AMG G63 parte in prima marcia in modo da garantire uno scatto dinamico da fermo quando richiesto. La leva DIRECT SELECT è stata riposizionata sul piantone dello sterzo.

La modalità “Manuale” può essere selezionata utilizzando un interruttore separato. I cambi di marcia si basano sulla modalità di trasmissione selezionata e il conducente può ora cambiare marcia utilizzando i paddle sul volante. Inoltre, la trasmissione rimane nella marcia selezionata e non si alza automaticamente quando il regime del motore raggiunge il limite.

Scritto da admin

Lewis Hamilton conquista Monza, secondo Raikkonen

Parte il programma di restauro ufficiale per le McLaren F1