Menu

Ducati pronta a duellare al Lausitzring per il mondiale SBK

Davide Giugliano - Ducati Panigale RAl termine della pausa estiva, il campionato mondiale Superbike è pronto a ricominciare dal circuito di Lausitzring, teatro del decimo round stagionale.

Il Lausitzring è l’unica novità nel calendario 2016 ed ospiterà il mondiale delle derivate di serie per la prima volta dal 2007, quando Ducati salì sul gradino più alto del podio con Troy Bayliss in Gara 2.

Sia Chaz Davies che Davide Giugliano hanno avuto modo di prendere le misure al tracciato da 4.255 chilometri con due giorni di prove a fine luglio, conclusi con riscontri positivi. Il gallese e l’italiano, attualmente terzo e quarto nella classifica iridata, sono determinati a riprendere il percorso positivo che li ha visti salire entrambi sul podio e lottare per la vittoria fino alla bandiera a scacchi in Gara 2 a Laguna Seca. Il rientro in pista è fissato alle 10:15 (CET) di venerdì per la prima sessione di prove libere.

Chaz Davies - Ducati Panigale RChaz Davies (Aruba.it Racing – Ducati #7) 3º (260 punti)
“Abbiamo fatto una lunga vacanza ma ho sempre mantenuto uno stile di vita molto attivo e mi sento più che pronto a gareggiare di nuovo. Fisicamente sto bene, e credo che negli ultimi due test, al Lausitzring e Misano, abbiamo fatto un passo avanti significativo. In entrambi i casi ho lasciato la pista con le sensazioni che stavo cercando, anche se le gare fanno storia a sé. La pista del Lausitz è abbastanza impegnativa ed, essendoci tante buche, è fondamentale fare un buon lavoro sull’assetto. Nessuno di noi vi ha gareggiato in passato quindi è impossibile fare pronostici, ma sono fiducioso e motivato”.

Davide Giugliano (Aruba.it RacingDucati #34) 4º (185 punti)
“Siamo stati fermi anche troppo e, nonostante mi sia allenato in moto praticamente ogni giorno tra motocross e motard, non vedo l’ora di tornare in sella alla mia Panigale R. Le aspettative sono alte, e vogliamo innanzitutto continuare il trend positivo che ci ha portato sul podio negli ultimi quattro round. La pista del Lausitzring presenta molte buche e non è tra le mie preferite come layout, ma siamo pronti a dare il massimo sulla base delle indicazioni raccolte nei test. Anche nelle prove fatte in agosto a Misano, che ha alcune curve simili al Lausitzring, abbiamo trovato un buon bilanciamento ed ottenuto buoni riscontri”.

ReporTMotori TV

Newsletter