in

Sébastien Loeb nella Dakar con Peugeot

Tempo di lettura: 2 minuti

Sébastien Loeb nella Dakar con Peugeot Un Campione davanti ad un sfida non si tira mai indietro ed anzi , con tutta la sua forza ed esperienza affronta sempre nuove avventure consapevole che è come ripartire da zero : su questi presupposti Sébastien Loeb , il più grande campione di rally di tutti i tempi , ha deciso di unirsi al Dream Team di Peugeot per partecipare ad una della competizioni più difficili e massacranti di sempre , la Dakar .

Sébastien Loeb parteciperà così con il Team Peugeot Total , alla guida della Peugeot 2008 DKR , per partecipare alla mitica Dakar , evento che quest’anno per la prima volta si svolgerà a Gennaio .

Saranno tredici tappe, dall’Argentina alla bolivia , gare piene di trabocchetti e di difficoltà da superare , ma il 41enne campione del mondo non ha dubbi su questa sua nuova avventura .

Sébastien Loeb : “ Ho scoperto lo sport automobilistico solo a 18 anni , quando ho disputato i miei primi rally . Da allora , mi sono interessato a tutte le tipologie di gare di automobilismo e la Dakar fa parte di esse . Penso che disputare questa corsa e guidare nel deserto sia una grande sfida . La Dakar è molto diversa dal tipo di corse alle quali mi dedico in questo momento . Sarà lunghissima , più di due settimane ! E dovrò far esperienza di durata per gestire la vettura su una simile distanza . Richiede un approccio diverso dalle corse. Scoprirò tutto in Gennaio. Quando ho provato la PEUGEOT 2008 DKR in giugno, mi ha impressionato immediatamente. E da allora ha subito molte altre evoluzioni! La cosa che mi ha colpito di più è capire fino a che punto guidare la vettura della Dakar è un’esperienza completamente nuova. Nel WRC, ero abituato ad aggirare gli ostacoli ma, con questa vettura, ci si può passare sopra ! Ovviamente, avere una tale sicurezza per attaccare in questo modo richiede una fase di adattamento ! Tra l’altro, finora ero abituato a correre basandomi su note molto dettagliate: nel rally raid, talvolta bisogna trovare la pista giusta e improvvisare la propria traiettoria. Inoltre, è la prima volta che guido una vettura con un motore diesel nelle gare. Avrò molte cose da scoprire e sono impaziente di impararne molte altre! ”

Scritto da admin

Mercedes Classe A : a new generation !

L’ASI si aggiudica la collezione Bertone