in

Per Fabrizio test fondamentali per crescere

Tempo di lettura: 2 minuti

Dopo l’esordio ufficiale di Phillip Island, nel quale è riuscito a portare la BMW S 1000 RR sul secondo gradino del podio, nonostante qualche problema di set-up, Marco Melandri (BMW Motorrad Motorsport) è stato limitato nuovamente da problemi di chattering in occasione del secondo round di Imola. Il test ufficiale del lunedì (2 aprile) successivo alla gara, è stato di fondamentale importanza per lavorare assieme alla squadra ed il ravennate ora è certo di aver trovato una via di sviluppo convincente per ovviare a questo fastidioso inconveniente. Il team ha inoltre compiuto modifiche al bilanciamento della BMW S 1000 RR, che hanno permesso a Melandri di girare con passo veloce e costante utilizzando lo stesso tipo di pneumatici montati in gara il giorno prima. “Penso che questa sia stata” – ammette Melandri – “la miglior giornata di test disputata da quando sono con BMW Motorrad. Per la prima volta siamo riusciti ad ottenere delle risposte e di questo sono felice. Abbiamo lavorato principalmente con le gomme utilizzate in gara, per avere un’idea più chiara dei miglioramenti e la squadra ha fatto un ottimo lavoro. Spero che questo set-up di base funzioni bene anche su un tracciato come Assen. Non so ancora con certezza se siamo riusciti ad eliminare completamente il chattering, ma di sicuro abbiamo migliorato la situazione. Non posso che essere fiducioso.” Andrea Dosoli (Responsabile delle Operazioni in Pista) ha così commentato il lavoro svolto sulla moto di Melandri: “E’ sempre molto utile poter testare sulla stessa pista il giorno successivo alla gara perché ci si può concentrare sui problemi sorti durante il weekend nelle medesime condizioni. Penso che abbiamo trovato una soluzione per i problemi di Marco, almeno su questa pista, ma siamo abbastanza certi che il tutto possa funzionare anche ad Assen, così come su altri tracciati.”

Scritto da admin

Metzeler Roadtec Z8 Interact

Skoda vince al Rally di Irlanda