in

Mercedes Classe M

Tempo di lettura: 3 minuti

La nuova generazione della Classe M rivela sin dal primo sguardo la propria identità per il caratteristico design della carrozzeria con l’inconfondibile forma dei montanti posteriori. Design, impatto estetico di grande prestigio ed eccellente comfort di comando si fondono per dare vita ad un’immagine di forte presenza. Il frontale è dominato dalla mascherina del radiatore (con Stella al centro), la cui forma possente e sicura di sé sottolinea il carattere tipico di questo modello.
Il profilo slanciato della fiancata richiama esteticamente la vocazione stradale della vettura, le cui proporzioni compatte sono definite dal passo lungo e dagli sbalzi ridotti. Il montante posteriore, che caratterizza questa Serie, è ispirato alle precedenti generazioni della Classe M, permettendo alla vettura di distinguersi nettamente dalla concorrenza. Al riguardo, il profilo del tetto che discende verso la coda sottolinea la sportività della nuova Classe M.
Il cristallo laterale posteriore si inserisce nel lunotto senza che il montante risulti visibile, dando l’impressione di un design “scolpito dal pieno”, grazie anche ai gruppi ottici posteriori avvolgenti a LED e con tecnologia in fibra ottica, suddivisi in due parti, e al tetto ribassato con ampio spoiler. Il paraurti con protezione integrata del bordo di carico dal “look cromato” e con il nuovo “Wing-Design” caratterizza l’aspetto della coda del SUV. La gamma dei cerchi si estende dal cerchio Comfort da 17 pollici (a richiesta) aerodinamicamente ottimizzato fino ai cerchi eleganti e prestigiosi da 20 pollici. I cerchi AMG a richiesta da 21 pollici sottolineano il look sportivo della nuova Classe M.

La terza generazione della Classe M Mercedes-Benz convince soprattutto per l’eccellente efficienza energetica. La nuova flotta consuma in media il 25% in meno dei modelli precedenti. Il titolo di campione di parsimonia va alla ML 250 BlueTEC 4MATIC, che attesta un consumo pari a 6,0 l/100 km (158 g CO2/km) nel ciclo di marcia europeo ed è in grado di percorrere fino a 1.500 chilometri con un pieno. Tra gli altri punti di forza di questo SUV di fascia alta a trazione integrale permanente figurano l’eccellente sicurezza e l’equilibrato comfort di marcia, che si accompagnano ad un’elevata dinamica di marcia tanto su strada quanto in fuoristrada. La ML, inoltre, si fa apprezzare per i nuovi sviluppi riguardanti l’autotelaio e per gli innovativi sistemi di gestione della dinamica di marcia, che migliorano ulteriormente tanto il piacere
di guida quanto la sicurezza di marcia. L’inconfondibile design della carrozzeria e gli interni versatili, comodi ed accoglienti aumentano il piacere di guida a bordo della nuova Classe M.

I consumi particolarmente ridotti e lo straordinario bilancio ambientale della nuova Classe M sono da ricondurre innanzitutto all’impiego dei motori diesel BlueTEC e alla nuova generazione di motori a benzina BlueDIRECT. Spiega il Dr. Schmidt: «La nuova Classe M ha tutto il potenziale per fissare ancora una volta nuovi parametri di riferimento nel mondo dei SUV: consuma in media un quarto in meno del modello precedente e sarà la vettura più parsimoniosa nel suo segmento, con o senza trazione ibrida».
Per quel che riguarda i modelli diesel BlueTEC con tecnologia SCR per la depurazione dei gas di scarico, sono fondamentali il downsizing e la riedizione del motore V6 CDI.
Sulla ML 250 BlueTEC 4MATIC, il V6 da 3,0 litri del modello precedente, la ML 300 CDI BlueEFFICIENCY 4MATIC, è stato sostituito dal parsimonioso quattro cilindri, già apprezzato, tra l’altro, sulla Classe S. Con 6,0 l ogni 100 km, il consumo nel nuovo ciclo di marcia europeo si riduce del 28% rispetto al modello precedente.
La ML 350 BlueTEC 4MATIC è equipaggiata con un V6 da 3,0 litri ampiamente rielaborato, che assicura prestazioni decisamente migliori a fronte di minori consumi. Questa versione attesta un consumo pari a 6,8 l/100 km nel nuovo ciclo di marcia europeo, con un risparmio del 24% rispetto al modello precedente, la ML 350 CDI 4MATIC.
Grazie alla depurazione dei gas di scarico con AdBlue®, entrambe le versioni diesel soddisfano sin d’ora la norma Euro 6 che entrerà in vigore nel 2014.

Marco Lasala

Scritto da Marco Lasala

Credo di esser nato per comunicare la mia passione per i motori: i miei primi passi li ho mossi.. su di un kart!!! Mi sono laureato in Economia e Commercio (indirizzo Marketing), ma ho iniziato a fare il giornalista da quando avevo poco più di 20 anni, scrivendo per quotidiani nazionali e riviste estere. Oggi collaboro con diverse testate specializzate nell’universo automotive, provo auto e moto, descrivo le mie sensazioni di guida, cerco di emozionare i lettori. Sono un competitivo, amo salire sul gradino più alto del podio, sono convinto che il pericolo più grande sia frenare, piuttosto che affrontare una curva a gas aperto! Il mondo dei motori è in continua evoluzione, l’elettrificato macina chilometri, ma… nella mia mente la melodia di un V12 a 8.000 giri non svanirà mai!

Nuova DR3

A Le Mans debutta la Zytek 09SH