in

Ben Bostrom nel Team LCR

Tempo di lettura: 2 minuti

Questo week end il Team LCR raddoppia il suo impegno per il GP Red Bull degli Stati Uniti sul ciruito Mazda Raceway di Laguna Seca in California. Oltre a Toni Elias, sarà schierato in pista come wild card anche Ben Bostrom, stella della Superbike AMA del Team Jordan Motorsport.   La scelta di mettere a disposizione una delle Honda RC212V all’ex pilota della Superbike viene dall’ottimo rapporto instaurato da tempo con i vertici della Michael Jordan Motorsports, scuderia di proprietà del leggendario asso dell’NBA Michael Jordan. La MotoGP sta riscuotendo un enorme successo negli Stati Uniti e il GP di Laguna Seca è una delle due tappe Statunitensi del calendario.
Come accaduto lo scorso anno, quando il Team LCR mise a disposizione le sue moto per Roger Lee Hayden, chiamato a sostituire l’allora infortunato Randy De Puniet che si era fratturato la gamba sinistra al Sachsenring, Lucio e i partner del Team colgono  l’opportunità di vivere il round MotoGP negli USA con un altro pilota stelle e strisce.

Lucio Cecchinello: “Il GP degli Stati Uniti si disputa in uno dei circuiti più spettacolari del mondo. Il coinvolgimento dei tifosi americani sta crescendo di anno in anno e il pubblico è sempre più entusiasta. Considerando inoltre che alcuni dei nostri partner operano nel mercato americano, abbiamo pensato di organizzare qualcosa di speciale prima della pausa estiva. Grazie all’amicizia che ci lega con i vertici della Michael Jordan Motorsports, abbiamo deciso di portare in pista uno dei piloti più vincenti di Laguna Seca: Ben Bostrom. Ben correrà con una delle nostre RCV come “wild card” solo per questo round e sarà impegnato anche nella gara della AMA Superbike dove difenderà i colori della Michael Jordan Motorsports.  Desidero ringraziare profondamente la Michael Jordan Motorsports  per la collaborazione ed il prezioso supporto”.

Ben Bostrom: “Le parole non riescono ad esprimere la mia eccitazione per questa grandissima opportunità di gareggiare sulla mia pista di casa di fronte al mondo intero. Devo ringraziare la Michael Jordan Motorsports e la Suzuki America che hanno permesso tutto questo. La collaborazione tra Lucio, il Team LCR e la Michael Jordan Motorsports è formidabile. Cercherò di fare del mio meglio in sella alla MotoGP per stare lì davanti. Poi salterò in sella alla mia Jordan Suzuki per cercare di stupire ancora”.

Marco Lasala

Scritto da Marco Lasala

Credo di esser nato per comunicare la mia passione per i motori: i miei primi passi li ho mossi.. su di un kart!!! Mi sono laureato in Economia e Commercio (indirizzo Marketing), ma ho iniziato a fare il giornalista da quando avevo poco più di 20 anni, scrivendo per quotidiani nazionali e riviste estere. Oggi collaboro con diverse testate specializzate nell’universo automotive, provo auto e moto, descrivo le mie sensazioni di guida, cerco di emozionare i lettori. Sono un competitivo, amo salire sul gradino più alto del podio, sono convinto che il pericolo più grande sia frenare, piuttosto che affrontare una curva a gas aperto! Il mondo dei motori è in continua evoluzione, l’elettrificato macina chilometri, ma… nella mia mente la melodia di un V12 a 8.000 giri non svanirà mai!

Ai piloti HRC piace l’Honda CR-Z

Un Lorenzo carico per Laguna Seca