Menu

Lorenzo terzo nelle libere di Assen

Il TT di Assen ha preso il via oggi in Olanda con le stesse condizioni meteo incerte del precedente appuntamento di Silverstone (GBR). La prima sessione di prove libere del weekend, all’insegna della pioggia e del fondo bagnato, ha visto i piloti Yamaha Factory Racing per la prima volta in sella alla YZR-M1 rossa e bianca celebrativa del 50esimo anniversario della Casa giapponese nel mondiale GP. Per Jorge Lorenzo e Ben Spies si è trattato di un’occasione speciale per ritrovare il giusto feeling con le loro Yamaha dopo le cadute nel GP di Gran Bretagna. Dopo un promettente inizio di weekend nelle prime prove libere, durante le quali i due compagni di squadra erano già riusciti a trovare un buon setting per le rispettive M1, per la MotoGP la giornata di prove si è dovuta interrompere improvvisamente per inagibilità della pista.
Una striscia di benzina lunga un chilometro sull’asfalto del tracciato olandese, causata da una fuoriuscita verificatasi durante le prove della classe Moto2 precedenti a quelle della MotoGP, ha infatti reso impraticabile la pista e ha causato l’annullamento delle seconde prove libere.
Domattina, a recupero della mancata sessione di oggi, per la classe regina del Motomondiale è stato programmato un turno ‘doppio’ di prove libere, della durata di 90 minuti.

Jorge Lorenzo: “questa mattina abbiamo fatto alcuni giri molto proficui perché ci hanno permesso di fare valutazioni utili in caso di gara ‘bagnata’… del resto il meteo dovrebbe rimanere così per tutto il fine settimana. Purtroppo alcuni piloti Moto2 hanno perso un po’ d’olio in pista e il problema non poteva essere sanato prima che noi scendessimo in pista. Siamo riusciti a totalizzare solo 12 giri ma sono stati sufficienti per avere la cognizione generale del setting della moto in caso di pioggia. E’ un’emozione speciale essere qui con la nuova livrea che celebra il 50° anniversario di Yamaha nei GP; sarà importante poter festeggiare con un buon risultato. Faremo del nostro meglio, come sempre.”

Ben Spies: “sono contento per questa mattina; dopo l’incidente a Silverstone è stato bello tornare sulla moto sotto la pioggia e ritrovare l’entusiasmo di sempre. Mi sentivo davvero a mio agio sulla moto, anche se, nella prima sessione, non ho voluto spingere più di tanto. Sembra che questo fine settimana sarà proprio all’insegna della pista bagnata… Intanto abbiamo fatto una regolazione particolare grazie alla quale ho registrato il mio giro migliore e questa cosa mi dà grande fiducia. Era importante ritornare sulla mia Yamaha dopo la caduta della scorsa settimana.”

Marco Lasala

ReporTMotori TV

Newsletter