in

Auto e moto d’epoca 2021: oltre 5.000 vetture storiche esposte

Una manifestazione dedicata alle auto e moto d’epoca è stata inaugurata giovedì 21 ottobre, evento dedicata agli appassionati e…

Tempo di lettura: 2 minuti

Auto e moto d’epoca 2021 va in scena alla Fiera Internazionale di Padova.

Una manifestazione dedicata alle auto e moto d’epoca è stata inaugurata giovedì 21 ottobre e per quattro giorni accoglierà i collezionisti e gli appassionati di auto di tutto il mondo.

I numeri a monte di questo evento sono eclatanti:115 mila mq a disposizione, 11 padiglioni, 1600 espositori, 5.000 vetture esposte e 4 mostre per soddisfare la passione per le auto classiche.

Tante sono le novità e gli eventi che si susseguiranno nei quattro giorni della Fiera. 

Auto e moto d'epoca 2021

Si parte con il Motorsport con 4 mostre e centinaia di modelli esposti da venditori e collezionisti privati.

Dedicata ai marchi italiani vincenti la mostra  “L’Italia che vince le corse” farà conoscere al pubblico i più grandi marchi italiani con le auto  e le moto che hanno avuto successo nelle competizioni più importanti.

Fra le auto si potrà ammirare la Lancia Ferrari D50 del 1955  e la Maserati mod. 26B che vinse il Campionato Italiano Marche, mentre per le moto si potranno ammirare la Gilera 500 4 cilindri GP del 1956 che vinse ben sei mondiali.

Auto e moto d’epoca 2021: oltre 5.000 vetture esposte

Al Padiglione 4 si potrà ammirare la mostra “Universo Bertone”,  mostra che illustra cinquanta anni di storia segnata dalle vetture firmate dal carrozziere torinese .

Tanti i modelli carichi di storia, dalla Ferrari Rainboww del 1976 alla Aston Martin Jet2 del 2004, alla Jaguar B99 del 2011, solo per citarne alcuni.

Al Pad. 3 si celebra l’epoca d’oro del Superturismo con i  piloti e le auto degli anni ‘80 e ’90 con l’Alfa GTA del ’92 di Alessandro Nannini e la BMW M3 2500 1992 di Roberto Ravaglia. 

Ed in tutto questo non si dimentica il mercato delle auto d’epoca, con tre stupende Ferrari esposte, la 250 GT Drogo, la 308 GTB Gr.4 elaborata Facetti e la 250 GT Pininfarina certificata Ferrari Classiche.

Ed ancora l’Alfa Romeo TZ del 1964, una leggendaria Stratos, la Bugatti T37 del 1926, e l’Alfa Romeo 155 V6 Ti ideata per partecipare al campionato tedesco DTM nella classe fino a 2.5 litri, con massimo 6 cilindri, del regolamento D1. Ma non ci si poteva dimenticare del restomod, con il fascino delle auto storiche, rese attuali, un aspetto del mercato che non si può tralasciare.

Un esempio è  la Citroën  2CV Méhari , presente alla mostra con due esemplari restaurate e ricon vertite all’elettrico, oltre al kit di riconversione elettrica R-FIT che dà la possibilità di sostituire il vecchio motore termico con un motore elettrico.

Auto e moto d’epoca 2021: dal 21 al 24 ottobre 

Ma il Salone guarda anche al futuro con Stellantis e Mercedes che presentano il loro percorso di elettrificazione con l’esposizione da parte di Stellantis  del concept Fiat X1/23 del 1974  e della Mercedes con la 190 E Elektro, con il top della elettrificazione attuale rappresentata dall’ammiraglia EQS .

Mario Carlo Baccaglini, organizzatore del Salone ha dichiarato : “ Per quasi 40 anni il salone ha costruito un legame di fiducia con pubblico ed espositori. Tutti sanno che vale sempre la pena visitare Auto e Moto d’Epoca. Un risultato possibile grazie a tre pilastri fondamentali: la qualità, la passione, l’innovazione” .

Giuseppe Lasala

Scritto da Giuseppe Lasala

Manager con svariata esperienza nel settore contabile ed amministrativo, da sempre appassionato di motori, segue per ReportMotori il segmento automotive e tutto ciò che concerne il lancio di nuove proposte.

Maserati Grecale

Maserati Grecale: slitta la presentazione al prossimo anno

GMC Sierra 2022

GMC Sierra 2022: il pick-up inarrestabile